Treni, soldi spesi
Spesso passo mesi lontana dall’Umbria
Presi questa scelta senza pesi
Scelsi le urla
Scesi dal mio trono di paresi a capo del nulla
A volte capisci chi sei al chiaro di una notte buia
Tra clitoridi, pieni di stereotipi
Rime come asteroidi se rappresento i roiti
E contro temi soliti ho argomenti solidi
Carine, ma non trovo nulla dentro i vostri involucri
Provochi, di fotta ne ho ettolitri,
La testa dice muoviti
Cerco solo musica, voi coiti
Non seguo ciò che escogiti per guadagnare introiti
Non sai chiuderne una, togli quelle tette: copriti
Non sto perdendo il tempo e questo è un chiarimento
Se scrivo è per placare le paure che c’ho dentro
Mi vivo ogni momento, non sento chi fa la Queen
Fate pure le regine io intanto faccio l’MC

(Scratch Dj Ms)

Mi limito a non avere limiti, paradossale
L’ansia che mi assale
Scrivo mi autocritico mangerei sale
Per bruciare questi lividi
Chi mi consiglia come apparire sai spesso mi mette i brividi
Imiti qualcuno o lo vuoi essere?
La linea sottile che separe lo sconforto dal benessere
Continuo a tessere il mio che prende forma
E più mi dici che assomiglio ad un uomo e più mi sento donna
Gronda la fronte, scrivo in un cielo di forse
Di incertezze che fumano troppo ed hanno la tosse
In notti blu, dove trovo più domande che risposte
E vedo amici perduti andare in direzioni opposte
Musica che spacca il mio cervello e poi lo esamina
Brucia perchè lavica, taglia perchè lamina
Gli urlo prendimi l’anima ma mentre sta correndo
Si ferma, si gira e dice: “Lo sto già facendo”

Mc Nill – Intro (Videoclip)