Primo:
Siamo come stiamo e non c’è manco il tempo minimo
Di una figa, di una siga col fiammifero
Anche mio figlio me l’ha detto chiaro, limpido
Non riprodurti come un cazzo di mammifero
Per mantenere la specie, pascolare nel gregge
Sul mio domani mami
Le vostre mani lerce, mai avute ma se tengo le risorse in cassaforte
Nessuno può sentirla la mia cassa forte
Mantenere il sole acceso, fossi in grado,
Vi avrei già bruciato, figli di un bancomat clonato
Centro commerciale affollato, un disco che ha floppato
Il tuo manager che ti ruba il pathos
Ma, mantieni lo status e se il gioco vale le candele
Le distanze che ti tocca mantenere sono vere
E costa più di tutti i soldi stronzi
Tutti i santi giorni alzarsi per

Ritornello:
Mantenere, almeno il punto sulle cose vere
Stringermele al petto mi fa stare bene
Avere un angolo che non mi tocchi
Che i tuoi occhi non sanno vedere
E invece guarda quanti pezzi perdiamo
E quante volte ce ne andiamo lontano e scappiamo
Da tutti i cazzi che abbiamo, sono colpi bassi
Siamo morti invano

Tormento:
Tocca, mantenere sangue freddo 
Impazzisco se non disinnesco
La rabbia che mi esplode in petto
Se la mia vita non è quella che mi aspetto
Se non mi ci rispecchio mi ci infogo raga non invecchio
Dopo anni al buio mo ci rifletto
Mantieni un cuore pure mentre attorno dita sul grilletto
È pieno, sempre contro a chiederti il conto
Quel che fai, come lo fai e poi darti dello stronzo
Non appena pensi un po’ più a te
Ma non hai colpa frate’, basta solo che
Non calpesti idee degli altri come fanno tutti
Ti mantieni acqua pure mentre fluttui, anche se i frutti
Li vedrai solamente più avanti
Non in contanti ma con tanti 
Importanti ricordi di chi ti vuole bene per quello che sei
In fondo tu parla ma non sai i cazzi miei

Ritornello:
Mantenere, almeno il punto sulle cose vere
Stringermele al petto mi fa stare bene
Avere un angolo che non mi tocchi
Che i tuoi occhi non sanno vedere
E invece guarda quanti pezzi perdiamo
E quante volte ce ne andiamo lontano e scappiamo
Da tutti i cazzi che abbiamo, sono colpi bassi
Siamo morti invano

Primo:
E se mi chiami ce sto
Pure se di tempo ne è passato un bel po’
Ancora Rock’n’Roll con Francesco e Gio
Per riparare i vostri autogol
Me lo chiedi a me frate’ ma io che cazzo ne so?
Mi dai crediti per stare alla tua festa ma,
Porto demoni di cartapesta tutti da pagare extra
E questi scrausi fanno una foresta
Coi pezzi a richiesta gli applausi per il bis
Ma non sono un jukebox
Io so’ arrivato qui in autostop
Intanto che il tuo snuff è diventato softcore
I miei fratelli tutti sotto shock
Tengono i sogni tutti nell’ipod
Per vederli al top

Ritornello:
Mantenere, almeno il punto sulle cose vere
Stringermele al petto mi fa stare bene
Avere un angolo che non mi tocchi
Che i tuoi occhi non sanno vedere
E invece guarda quanti pezzi perdiamo
E quante volte ce ne andiamo lontano e scappiamo
Da tutti i cazzi che abbiamo, sono colpi bassi
Siamo morti invano
Mantenere
Mi fa stare bene

Primo & Tormento – Mantenere (Videoclip)