Ha! Mostro e Yoshimitsu
è bullismo nella nuova scuola, ti leviamo la merenda ragazzino

Nuova scuola stronzo, sono Jimmy Hopkins
Bullismo, schiaffi, spinte e dita negli occhi
il palco è intriso di sangue
lascio avversari legati per le gambe come lesbiche in un threesome (zoccole!)

Alla tua serata per entrare non pago il biglietto (col cazzo)
in qualche modo entriamo dentro (seee)
siamo in 5 ma sembriamo in 100
Saliamo sul palco mentre suoni senza il cazzo di minimo di rispetto (haahaha)

E ti stai pure zitto
Uomo prima ti strattono e dopo vieni spinto giù
No ma dico siete bravi te e i tuoi amici infami
Sti rappettari mi fanno le seghe a due mani

Gli altri rapper di roma
poveri morti di fame
confronto a me?
valgono quanto la merda di cane

fumogeno, allucinogeno
alle serate giro con la mascherina
perché il rap italiano è cancerogeno

Ti metto la testa nel cesso e sei un secchione
poi ti strappo la bocca e ti lascio senza parole
yoshimitsu sul beat, non mi chiedere un feat
che ti faccio fare una figura di merda

Io sono il bullo che ti perseguita
che ti ruba la merenda
che ti svuota la cartella
che quando passi in corridoio poi ti da una sberla
yoshimitsu ti fa lo sgambetto
fallito ti chiudiamo dentro l’armadietto
sto preparando gli spari d’avvertimento

Ho sentito il tuo disco, don
l’ho scaricato da rapper falliti.com
il flow ti spara, lo scarico, faccio ra ta ta
sacrifico sti rapper nel nome di satana (6 6 6)

Chi ha i denti non ha il pane
Chi ha il pane non ha i denti
noi ti rubiamo il pane
e ti spacchiamo i denti

Diamanti con le punte lunghe
tu non hai brutte amicizie
ma le tue amiche sono tutte brutte

ogni pezzo che esce è una fucilata
ti fa come merce cucinata
sono il meglio tipo Gucci-Prada
Esco quando spengono le luci in strada
lei mi tira fuori il cazzo, rimane allucinata

sto messo male, man
non mi guardare, man
ti do uno schiaffo che giuro te lo ricordi, man
metti un grammo nella mista
poi ti faccio una foto quando sei morto, ti instagrammo

e tutti in coro fanno “mostro! mostro! mostro!”
vieni con me bambina, stasera il mondo è nostro
a quanto pare anche stavolta ho vinto io
tu puoi succhiarmi il cazzo nel nome di dio (porco)

Io sono il bullo che ti perseguita
che ti ruba la merenda
che ti svuota la cartella
che quando passi in corridoio poi ti da una sberla
yoshimitsu ti fa lo sgambetto
fallito ti chiudiamo dentro l’armadietto
sto preparando gli spari d’avvertimento

Ha! il rap è competizione, nient’altro. Il rispetto puoi tenertelo per te.
Se togli la competizione a questa merda, rimangono un gruppo di falliti che si vogliono bene.
Se sei scarso non meriti di esistere, se sai rappare, bene dimostralo, se riesci a dimostrarlo davvero sei uno dei nostri.
Ci odi? Meglio ancora! Però allora devi essere all’altezza dell’odio che provi, sennò sei uno dei tanti falliti che prova a buttarci giù.
Ci vediamo a ricreazione, zio!