Se mi cerchi mi trovi al bancone, 
rituale, consacrazione. 
stappo la boccia brindo alla goccia alla mia alla vostra, delusione. 
Confessione, con il barman terapia che più che curarmi mi cambia, 
l’anestesia che vuoi che sia, io non sarò chi vuoi chi sia, 
non ti cambia la vita, un bacio al sapore di Chivas, 
a me cambia la vita da quando ha cambiato vita, l’ultimo drink, via dalla mia vita.

La vita che vorrei è come un drink lungo, 
che non finisca mai come tutto 

Che vuoi che sia,
non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia,
cambiare vita andare via.
e che vuoi che sia,
no non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia

Non sapevi chi fossi davvero,
forse davvero, non sapevo chi fossi davvero.
forse davvero non esiste un forse, davvero, forse davvero 
so come vuoi che io sia,
non sarò come vuoi che io sia, 
perché ho già vissuto questa 
scena più volte e so che amarti è l’unica modo per farti andar via. 
sogni fino a mezzanotte,

fino a che t’accarezzo le cosce,
su una carrozza di zucca i miei soldi, 
la nostra galera di zucchero è dolce.
tu che mi attrai in quella gabbia, non so.
e io dico cambio che poi non è vero, 
e so che non cambio, ma menti però,
mai hai capito chi fossi davvero.

Che vuoi che sia,
non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia,
cambiare vita andare via.
E che vuoi che sia,
no non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia
da quando tu sei andata via

perché niente è peggio di amarti, 
ci rimane solo il male che ci siamo fatti, 
è diventato anche difficile accettarsi io che non so amarmi, 
so rovinarmi, con la testa sul bancone della birreria, 
lo stesso freddo dei binari di una ferrovia, vederti andare via, 
vedermi senza te, io che ti credevo e non credevo in me
..perché’ so’ d’averla avuta mo’ che l’ho persa, 
ti parlavo di un futuro che non mi spaventa,
non la vivo più quella leggerezza, so’ che volevi tu una vita diversa
Sogno da lucido, tutto cosi reale, mi sembra i toccarti, bevo per non sognare.

Perché è niente è peggio che amarti
perché crescere è suicidarsi e più credo 
che credere è suicidarmi
e più cresce st’amore più non voglio amarti 
ma se non credo in quest’amore come posso amarti 
siamo schiavi di sta amore 
come posso odiarti 
cosa posso darti
che possiamo darci
siamo schiavi di un amore solo per scoparci 

Non riesci ad afferrare più la mano mia 
accettare sia finita ma per mano mia
Vorrei fare come saprei fare in mano mia 
fare come sempre scopare insieme e fare come finta che sia una bugia
fare come sempre scopare fare finta sia una bugia

Che vuoi che sia,
non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia,
cambiare vita andare via.
E che vuoi che sia,
no non sarò chi vuoi che sia,
come vuoi che sia
da quando tu sei andata via

Achille Lauro – Achille Idol Immortale | Mixtape