Hai mai pensato a noi come delle particelle?
Che insieme formano tipo delle navicelle,
Viaggi tanto che non sai più quando e da dove vieni,
Saranno i soldi che vedi,cieco e ricco ci speri,
Soffro,ci gira tutto intorno,
Ma sono troppo furbo e viziato per vivere per strada morto,
Mia madre non ha mai avuto niente,
A me ha dato tutto,prendendolo dal niente,sai…
Questo mondo viene bombardato continuamente di sacchi di merda,
Ma tu lo vedi lì dormiente,
Inseguire i soldi è una maledizione,
Ti condiziona la fama o la tua ambizione,
Se non funziona in famiglia,vattene altrove,
Se…Dimmi come,dimmi dove,
Si sono presi tutto,ogni posto,ogni sogno,ogni mostro,ogni trucco,
Brutto,vivere così,sono qui,sono libero,sono solo un po’ distrutto,
Ho fatto tanti errori,lascia che li sconti,aspettami fuori,
Ti lascerò di stucco.

Via da qui, via da qui, via da qui..
Dove niente ci prende, niente ci prende…
Via da qui, via da qui, via da qui…
Dove niente ci prende…

Solco mille mari per vederti,
E ti ritrovo con un altro a bere belvedere,
Ad una festa coi tacchi tieni su un bel sedere,
Mentre gli balli intorno,come a me in altre sere,
Ti dirò,non lo so se ti ucciderò,
Magari ti scopo e domani ti scorderò,
In quanto a me ti dico “mi discolperò”,
Prendo i miei errori e li mischio col però,
Faccio un cocktail di bugie,
E ti smonto,e mi sporco,
I miei crimini non li sconto,tu mi invidi si,io mi sfondo,
Brucio bene con questa cartina,guardami mo,
Che dalle ceneri non risorgo,
Genio dei numeri e della logica,
Tu,rimarrai sempre il mio problema irrisolto.

Via da qui,via da qui,via da qui..
Dove niente ci prende, niente ci prende…
Via da qui,via da qui, via da qui…
Dove niente ci prende…

Presto, te ne vai?
No, esco.
Sai, se me lo chiedi, resto…

Nayt – Six of Sixteen Ep