Era da tanto che, 
non mi guardavo allo specchio, 
per capire se in fondo questo,
ero proprio io. 
E solo adesso so che, 
dovrei pensare più spesso, 
a stare più con me stesso.

Gionata non è quello che pensi, 
Gionata tu non lo hai conosciuto ed è meglio per certi versi. 
Gionata non è quello che vedi ai concerti, 
Gionata non è quello che ascolti nei pezzi. 
Sono cambiato perchè m’han cambiato sappilo, sappiatelo, 
anche il diavolo prima era un angelo, 
me ne sbatto ho sempre avuto un motivo valido,
fare lo stronzo con chi è stronzo ha un suo fascino. 
Gionata rivuole gli anni dove non sorrideva se usciva con una nuova,
ma se usciva il sole, 
ma oggi piove, 

e lui si gode il temporale, 
tanto anche se è bel tempo i ricordi fan male uguale. 
Gionata è contento soltanto per GionnyScandal ma,
a Gionata in fondo cosa gli cambia, 
avere pieno il conto in banca, 
se dentro resti vuoto, 
come se ci fosse sempre qualcosa che manca. 

Io non lo faccio apposta ad esser sempre giù,
sai anche tu,
che le carezze sui graffi si sentono di più. 
Quante volte ho chiesto scusa dalla rabbia, 
e all’esame di coscienza avevo i bigliettini in tasca. 
Ti rendi conto che ti manca vivere, 
quando attacchi i post-it sul frigo per ricordati di sorridere, 
perchè la vita in fondo è come il mare, 
non gliene frega se non sai nuotare! 
Gionata darebbe il suo successo,
anche adesso, 
per riavere indietro tutto ciò che ha perso. 
Firmerebbe assegni, 
non importa il prezzo, 
oltre al buongiorno dai suoi fans vorrebbe quello del suo vecchio, 
papà mi chiedo spesso, 
se sai qualche mio pezzo, 
chissà se in paradiso c’è il wifi, 
ma presto, 
verrò li in paradiso a fare un live, promesso.
Ti voglio in prima fila insieme a mamma, vi aspetto!