Guè accarezza mezzanotte se non ci stanno son costretto a violentare queste note,la mia musica è tremenda causa sindrome di Stendhal guardami morire presto da leggenda,più vicino ai marciapiedi dove è vero quel che vedi bevo mine parlo in rime Gesù mi gioca i dadi,per chi gira a sensi persi e sta in cattività e si sente un niente urla e la città non lo sente,come a Bogotà in aereo sto col peso nello stomaco è materiale serio vi lascio i tuffi nell’intonaco,

inietto dosi al cervelletto il male è già in natura quindi mi sento protetto,con l’oro all’orologio e la cintura da più di 3k e un etto lecchiamo uno stiletto poi diamo fuoco al tetto,a chi è in stato d’arresto a chi ha perso un affetto fremiti recupero crediti amore infetto!