Ritornello:
Questa sera ti porto a ballare,
non voglio pensare alla merda che ho intorno a me!
(Sai che c’è, sai che c’è)
Di merda a cui pensare in questo paese ce n’è!
(eh eh beato te beato te)
Non ci voglio pensare, ti porto a balla

Dai cazzo Federico, con ‘sti suoni elettronici,
tu devi fare rap con i suoni canonici,
sembrate il coro degli evangelisti cattolici,
“Oh fotografa ‘sto cazzo, cazzo ti fotografi?”
Da quando ho cominciato a firmare gli autografi,
uno stronzo mi fa sempre gli scherzi telefonici,
ma non sa che sono l’inventore di Scientology,
quindi ho dei seri problemi psicologici!
Confondo barbabietole coi barbiturici,
mi chiudo delle ore dentro i bagni pubblici,
solo perché colleziono peli pubici,
cazzo questa sera ne ho trovati undici!
Fino a un mese avevo solo nemici,
ma da quando è uscito il disco son tutti miei amici,
“Oddio ti sto toccando quanto siamo felici”
ti sorrido mentre sento le stronzate che dici!

Ritornello:
Questa sera ti porto a ballare,
non voglio pensare alla merda che ho intorno a me!
(Sai che c’è, sai che c’è)
Di merda a cui pensare in questo paese ce n’è!
(eh eh beato te beato te)
Non ci voglio pensare, ti porto a balla

Non so se ne sai molto bene di frazioni,
ho diviso i miei ascoltatori in 16/9,
un quarto è di sticchia,
un terzo è di nicchia,
e tu mi hai già rotto tre quarti di minchia!
In una valle verde ho sepolto Della Valle,
Milano è piena di cavalle ma senza le stalle!
Ho i denti del colore delle pagine gialle,
sono troppo avanti scusatemi le spalle.
Vuoi farmela menare fino a quando non salgono,
ti giuro che torno a dondolare nell’angolo,
non fare l’emo-frocio con lo smalto sulle dita,
non dire buona fortuna perché porta sfiga!
Non guardare il dito se ti indico la luna,
se c’è il bagno di folla prepara il bagnoschiuma,
guarda devo scappare, ho un concerto all’una,
“Oh spacchi di brutto, buona fortuna!”

Ritornello:
Questa sera ti porto a ballare,
non voglio pensare alla merda che ho intorno a me!
(Sai che c’è, sai che c’è)
Di merda a cui pensare in questo paese ce n’è!
(eh eh beato te beato te)
Non ci voglio pensare, ti porto a balla

Sono convinto che il 280 grammi del McDonald,
faccia più male di 200 grammi di coca,
consapevolezza tanta, ma di voglia ce n’è poca,
“Io un big mac, una patatina e una coca!”
Milano è uno stagno: quante oche!
Ce l’hai una sigaretta? Cara, poche!
Mi canti una canzone, mi hai preso per coglione?
guarda che non sono mica un kara-oke!
Voi donne aristocratiche col visone,
con la faccia tutta gonfia tipo cortisone,
“Mia figlia fa la scuola privata di design”,
però magari c’ha l’AIDS, che cazzo ne sai!
A tutte ‘ste cazzate non ci voglio pensare,
questa sera sei mia, ti porto a ballare,
e se non vuoi scopare domani ti porto al mare,
ti tocco il culo con la scusa della crema solare!

Ritornello:
Questa sera ti porto a ballare,
non voglio pensare alla merda che ho intorno a me!
(Sai che c’è, sai che c’è)
Di merda a cui pensare in questo paese ce n’è!
(eh eh beato te beato te)
Non ci voglio pensare, ti porto a balla