Un po’ per me, un po’ per te, un po’ per quelli che…
Ridono di me, ridono di te

Tu si che sei speciale, tu si che sei speciale
Ti invidio sempre un po’, ti invidio sempre un po’
Sai sempre cosa fare
E che cosa è giusto o no
Tu sei così sicura
Di tutto intorno a te
Che sembri quasi un’onda che, un’onda che, un’onda che
Che si trascina

Ritornello:
Lascia stare che ho qualche anno in più (qualche anno in più )
E meno male che sei convinta tu (sei convinta tu)
Io sto uguale, mi chiedo solo se (mi chiedo solo se)
Faccio male a volte, a ridere di t
e

Oltre al cielo, alla Terra, a tutta questa merda
Ai gas di questa città, respiriamo boccate d’erba
Notte deserta, sdraiati a guardare il cielo
Qualche luce nel grattacielo
E sembra un cruciverba
A domande uguali diamo risposte diverse
Inizia per A, finisce per E, se penso amore, non penso a te
Siamo la soluzione, siamo la causa
Due linee vicine ma perennemente divise come il tasto pausa
Schiaccio pausa e fermo il mondo
Tutta la vita in un secondo
Se abbraccio te dimentico tutto quello che c’è intorno
Ho provato ad essere meglio, ho provato ad essere te
Mi sono visto coi tuoi occhi e ho riso di me

Ritornello:
Lascia stare che ho qualche anno in più ( qualche anno in più )
E meno male che sei convinta tu ( sei convinta tu )
Io sto uguale, e adesso penso che ( e adesso penso che )
Chissà quante volte, hai riso tu di me
Chissà quante volte, hai riso tu di me

Lascia stare che ho qualche anno in più ( qualche anno in più )
E meno male che sei convinta tu ( sei convinta tu )
Io sto uguale, mi chiedo solo se ( mi chiedo solo se )
Faccio male a volte a ridere di te

Un po’ per me, un po’ per te, un po’ per quelli che
Ridono di me, ridono di te
Di te, di te, di te

– Testo trascritto da Luca Grossi

Two Fingerz – V | Album