GIAIME:
Sto in crew con i più bravi di Milano.
Compari nel mio video, ma non sei tra i compari che amo. 
Mi pari più bravo, ma non pari tu più chiaro?!
Mi pare chiaro che sui vostri commenti ci cago.
Ai live ci arrivo senza voce, senza bocce,
senza le sue bocce; ma c’ho tutte le bocce che voglio.
Puccio fino in fondo, ‘ste mocciose non le voglio
ma a volte mi obbligo; mo’ ti do buca, brucia se non trombo da un po’.
Capisci mo’? Do due colpi di tosse.
Ti ammazzi di botte da solo, di notte; come Brad Pitt con Norton 
C’è un bel beat?! lo rompo.
Riempo il tutto: Cocktail di rap ho detto tutto.
Ributto ciò che bevo e butto fuori il mio disgusto.
Sboccare e confessare, fatti dello stesso succo.
Su col morale, suca morale, un’altra hit da emulare
Giaime Mula buca è la morale.

INFA.
Vengo dai panni sporchi che si lavano in famiglia
con la ragione, non con il sapone di marsiglia.
Non faccio il figlio di puttana, 
è un disonore a mamma, come venire a sapere quanto è puttana tua figlia
Tutto torna. Culto, dogma. Lutto e tromba. Sogna e prendo forma, aspetto che tu dorma.
Sognatori mobili, ambizioni nobili. Perdo Nemo di vista ma torno a casa con Moby Dick.
Meravigliato dalla stupidità che gira. Disorientato dalla droga che gira.
Puoi pensare ad una sana alternativa, non provare con la Valeriana, che non tira.
Rido ancora un pò, se ne vuoi ancora un pò, spesso è tutto ciò che ho e che do, io lo so.
Chissà se dai panni sporchi andranno via le macchie.. ‘sti cazzi, i tatuaggi
non vanno via manco indossando le giacche.

Ritornello:
Vaffanculo. La mia musica è lo psicologo a cui giuro tutto ciò che è puro, che non dico a nessuno.
Che non vinca nessuno, senza prima spaccarsi il culo. “Ah, ah”: rido ancora un po’,
“Prah, prah”: ne vuoi ancora un po’?! Dove sia Nemo, non lo so, sono alla ricerca del flow migliore che c’ho. Che c’ho!

ROMAN.
Il mattino ha l’oro in bocca buono.
Dalle mie parti in ogni isolato c’è un compra oro.
Ultimamente, quindi mi alzo presto come fanno loro,
tutti in giro nella mia città a fare caccia al tesoro.
Tesoro scusami se a volte ti trascuro, 
ma con questa musica trascorro il tempo e mi sento al sicuro.
Fuori ancora pompano “Danza Kuduro”,
mentre noi, rinchiusi in studio ci costruiamo il futuro. Passo e chiudo.
Dove sia Nemo non lo so, i miei compari qua si allenano col flow.
Suoniamo alieni già da un pò. Povera italia, aspetto ancora i tagli
al parlamento. Ogni movimento promette cento. 
Io non ne vado fiero, stai sereno, 
perché il rendimento è cento meno cento, uguale a zero.
Io non ne posso più, resto sulle mie e tu
sulle tue, sempre fedele alla Zero2 Crew.

NERONE:
E tu che cazzo pensi, che sia una passeggiata?
Dopo aver visto la vita, l’Inferno è una scampagnata.
Io non voglio essere te, ma essere me senza gli sbatti,
e menomale che c’è il rap, che almeno lì non ci batti.
O tossici o perfetti erano i miei coetanei,
io sempre tra i diversi, per me erano tutti estranei.
Fare il diverso esclude, essere diverso illude.
Il fango di questa palude uccide i sogni come Freddy Kruger.
Non c’è fidanzata che tenga prima che la luce si spenga.
Dottore, trattenga la gente che aspetta, intrattenga la folla prima che intervenga.
E’ così che deve funzionare, sai man?
Tra due anni quella folla sarà tutta lì per Giaime.
Per quanto riguarda io, bho. 
Non so se farò ancora hip-hop,
però a cinquant’anni, coi figli già grandi, 
vorrei raccontargli cosa fosse il flow.
Del “Tecniche perfette”, di quanto facessi brutto
prima di diventare schiavo di un sogno distrutto

Ritornello:
Vaffanculo. La mia musica è lo psicologo a cui giuro tutto ciò che è puro, che non dico a nessuno.
Che non vinca nessuno, senza prima spaccarsi il culo. “Ah, ah”: rido ancora un po’,
“Prah, prah”: ne vuoi ancora un po’?! Dove sia Nemo, non lo so, sono alla ricerca del flow migliore che c’ho. Che c’ho!

Giaime feat. Infa, Roman, Nerone – Alla ricerca di Nemo (Videoclip)