Luchè
Agg pruvat l’emozion re sord e re’mrogl int’e concert ma a music nu pav
pecciò ‘o facc n’ata vota e progredisc ‘ncuollo ‘a regression ‘e ‘llati.
Trasgression ‘e ll’anema, schifanno ‘a povertà e ll’ai sò bersagl ‘a vattr.
Parlamm ‘e femmn: t’annammur, viv’ nu suonn
e pò t’lascn bell e buon e car ‘o munn ‘ncuollo
e pò, classic, t’vuò aret
e ppe te è sul na pell
e t’a fai pecchè sì n’esser uman
tradenno a chella ca mo t’vuò ben
Papà aspett ancor l’aument ‘e stipendij
E’ na tristezz pecchè p’o figl ‘e sord sò prevaricazion
falliment ‘e n’educazion
impartit juorno ppe juorno e infrant ogni sicond
Je scenn a faticà appis a na lian, fatt ‘e marijuana
ra 67 fin a Marechiaro
‘E veco ammanigliat ma nun song meravigliat
e ‘a tristezz è chello che rest ppe nu frat

Ritornello:
Si compra l’auto a 17 e l’anno dopo compra la patente
e sceglie ricco e sporco,non povero e innocente
è triste ma vero frà, triste ma vero frà
rompi e non farti rompere frà
gli stupidi li uso, mi piace fottere non essere fottuto
è triste ma vero frà, triste ma vero frà

Marracash
triste ma vero frà quello che vedo
è quest’uomo moderno
non crede in dio,però ci crede a tutto il resto
non crede nell’amore, però ci crede agli antidepressivi quando resta da solo e nessuno lo vuole
triste ma vero
molti spacciano, per due terzi
i loro migliori clienti restano gli stessi
per alcuni entrare e uscire è come
fare il militare, sì, ti ci puoi abituare…
li riabbraccio a puntate
sempre più simile a voi, l’alcol ti tira fuori
i lati peggiori, sì ma restano pur sempre i tuoi
e a volte è dura non perdonare
che uno scemo può fare più danni di un infame
dura da accettare
triste ma vero sveglio alle sei e un quarto in metro
nuove navi di schiavi multirazziali nei vagoni stretto
i soldi trasformano i no in sì, i boh in lì
ladri e puttane ben vestiti nei locali chic

Ritornello:
Si compra l’auto a 17 e l’anno dopo compra la patente
e sceglie ricco e sporco,non povero e innocente
è triste ma vero frà, triste ma vero frà
rompi e non farti rompere frà
gli stupidi li uso, mi piace fottere non essere fottuto
è triste ma vero frà, triste ma vero frà

Ntò
‘O squill ca t’invit a ‘o delitt
è chello r’amic cchiù stritt
prim e t’iettà mmiezo già te l’eav ritt.
‘O diritt s’arretir a temp
tris ma o’ver, nun mantien scrupul, martiell
S’addevertn a nun t’fà scurdà ca addvient
Addirittur ‘o guvern parl ‘e duver
C’vuless tutt quiet, co’ culer
Nu parent t’fà perdr tiemp co’talent ch’tien,
sì cuntent ca nun c’stann sentiment p’o sentier
Stamm attient ‘a gentarm, storie inventat nu n’accettamm
Chiamat intercettat ‘a giurij dà 100 anni
e intant unit ‘a na malinconij autentic
vuj cunigl patit mattij patetic
Evit co’ ‘e vendit ‘a bancarott
e co’ ‘e dedich ‘e buonanott
Vendic ll’handicap, m’rend cchiù antipatic
appreparat ‘a n’amar verità
e nun fà ‘o maial
chest’è ‘o mmal, ammaretamc ‘o stival