Memento Anagogia RecensioneEtichetta:
Distribuzione: Free Download
Anno: 2013

Classe 93, proveniente da Cento, Anagogia ha le carte in regola per ritagliarsi un ruolo importante per questo neonato 2014. Memento, in freedownload da fine Dicembre è un EP che mi ha colpito. Il giovane rapper – beatmaker ha saputo farsi strada in un ambiente decisamente sovraffollato ed in un arco di tempo relativamente stretto.

Le produzioni sono a cura dello stesso Anagogia (Chissà dove), Ceri, Dok, BigZilla e Slashbeats. Tutte produzioni di buona qualità. Bei suoni, freschi ma senza sperimentazioni eccessive: un legame con i beats tradizionali che non suona noisamente vecchio o ritrito. La rappata di Anagogia è efficace, pulita, ben supportata da un buon vocabolario ed una buona competenza tecnica: figure metriche, flow, tempo, coerenza nei testi. Le qualità le ha tutte, ed ha uno stile personale e strutturato: credo che se non lo perderà e se continuerà a coltivare e maturare potrà fare grandi cose.

Le collaborazioni vedono Vox P ( dal quale sono rimasto piacevolmente colpito dai “miglioramenti” rispetto agli ultimi lavori) Dutch, Rod Turner, che purtoppo si dimostrano ad un livello negativamente diverso dal giovane artista protagonista. Don Diegoh (del quale abbiamo gia parlato bene nella recensione al disco di Mr. Phil) e Cali fanno la loro bella figura.

Le tematiche non sono molto varie, si accentrano molto su racconti di punti di vista e pensieri personali, ma sarebbe difficile e forse controproducente mettere troppi argomenti forzati in sole 7 tracce.

Concludendo, sono soddisfatto dall’ascolto di questo Ep, mi è piaciuto, ed anche se sono sicuro che non sarà l’album dell’anno per il 2014 sono altrettanto sicuro che “il ragazzo” ha buone chance per poter diventare un importante attore nella nostra scena nel medio lungo termine. Salmo e Bassi, che lo vedono comparire tra le collaborazioni nei loro ultimi lavori, sono noti per avere buon occhio. Adesso il lavoro grosso lo dovrà fare l’artista, migliorando ed alzando sempre di più la qualità di quello che fa senza legarsi o farsi influenzare da realtà che potrebbero non essere produttive.

Consiglio il freedownload a tutti gli appassionati e semplici ascoltatori: non un grandissimo album ma sicuramente un buon prodotto, che merita almeno un paio di ascolti per farsi un idea. Noi restiamo in critica ed attenta attesa dei futuri passi dell’artista, facciamo un in bocca al lupo al giovane artista, e buon ascolto a voi. (vi segnaliamo anche il video del singolo Panic Room, uscito sotto etichetta Warner, prodotto da Bassi Maestro)

Ciroga