Non mi appartiene il tuo profumo e tanto meno le tue mani
lo so lo noto dalla freddezza con cui mi chiami
forse l’odio appartiene solo ai bastardi
è per questo che nonostante tutto non riesco a odiarti
di sicuro
vedi le mie fragilità per questo è stato facile mettermi spalle al muro
non lo nascondo
faccio musica per passione e non per avere qualche troia di più attorno
non mi appartiene
se la fede è quella per un dio che garantisce il tuo stipendio e un posto in tele
ho un dio più personale
se sono ancora qui è perchè ho ancora qualcosa da raccontare
ero quello in disparte
quello con le cuffie che manco sapevi di avere in classe
(e mi perdo) in paranoie stupide
geloso degli affetti e ogni cazzo di abitudine

Ritornello:
Ora lo sai quello che non mi appartiene…
Ora lo sai quello che non mi appartiene…

Siamo a contatto con la pelle tanto quanto distanti con i pensieri
come quando ti possiedo in certe notti ma non mi appartieni
non è possibile che sia più facile portarti a letto
che ricevere un messaggio che dimostri affetto
aspetto la tua buonanotte
stringo in mano il cellulare, sguardo fisso e la mia testa che si fotte
conosco il tuo corpo, ma non come ragioni
e come dirlo che il sesso non è la prima delle mie intenzioni
finisce tutto se ti vesti
vorrei che mi appartenessi ed essere centro dei tuoi mille interessi
con te non posso fare il duro
mostrarmi sicuro di poter star bene anche se accanto non ho più nessuno
se tu volessi ti raggiungerei di corsa
ad appannar con solo i baci i vetri della mia opel corsa
l’intimità qui è solo sotto le coperte
ma quando ti penso i brividi mi parton dalle vertebre

Ritornello:
Ora lo sai quello che non mi appartiene…
Ora lo sai quello che non mi appartiene…

Dydo & HegoKid (MurderKing) – Non mi appartiene (Videoclip)