Lacrime di luci al neon nella strada
la mia mente vaga ma aqui no pasa nada,
notte di pensieri yo sono a giro
faccio il turno come in taxi driver Bob De Niro,
e’ un’illusione che c’era ma sta svanendo
dentro la sfera io vedo un’era che mo’ sta finendo
accendo, mi fumo l’ennesima siga
pronto di fisso a lottare ‘fanculo alla sfiga e all’invidia.
Fra guerra e pace come Tolstoj
la mia pena mi tiene in ballo tipo Bolscioj
o stile-macarena, guarda la scena, trash a catena
chi dice “stima” e ti lama, nella schiena e’ una jena,
davanti ai miei occhi il mondo sfila
tema da un film per Babilonia versione 2000
per ogni debito sto pagando
clima isterico intorno ma ancora sto cercando.

Ritornello:
Navigherò la notte senza meta andrò
respirerò la notte e non avrò paura di esser solo stanotte
non mi troverai io mi confonderò
nelle strade e nelle ore della notte.

Voglio restare a pensare, lasciatemi stare
guardavo le navi passare, si puo’ salpare
se stanotte e’ il mare, tentare pure se e’ difficile
e navigare queste citta’ come l’Internet
nel regno del possibile
reale immaginario, quotidiano scenario
italiano da Catania fino a Milano
dalla finestra tu forse vedrai un tipo strano
che arriva sta passando tipo videoclip
dentro la testa ho una sigla e fa cosi’
navighero’ la notte e bella li’ pensando al destino
che mi ha portato fino a qui
e i posti dove ai tempi me ne stavo con i miei guaglioni
sono rimasti solo palazzi e lampioni
ma qui c’erano discussioni e le canzoni
d’estate fumavo e poi cercavo le costellazioni.

Ritornello:
Navigherò la notte senza meta andrò
respirerò la notte e non avrò paura di esser solo stanotte
non mi troverai io mi confonderò
nelle strade e nelle ore della notte.

Tu che farai baby quando saprai baby
che sono uscito e non mi troverai baby
andrai a dormire oppure aspetterai
giocando ai videogames
fumando un paio di Marlboro Lights
gia’ sai adesso io sono fuori mi andava
di stare cosi’ ascoltare nel buio i rumori
la notte porta consiglio
specie se a volte malate giornate portano scompiglio
“e’ notte alta e sono sveglio”
come dentro la canzone voglia di un guaglione
di trattarsi meglio
e’ uno sbaglio scivolare giu’
quando si conosce il fondo vieppiu’
gia’ da mo’ gliel’ho data su
e resto cento per cento spinto
c’ho da fare definizione stile zero pare.
E mo’ lo sai.

Ritornello:
Navigherò la notte senza meta andrò
respirerò la notte e non avrò paura di esser solo stanotte
non mi troverai io mi confonderò
nelle strade e nelle ore della notte.