Camminiamo per le strade sguardo basso sopra il cellulare
cellule impazzite oramai troppo stanche per gridare
tutti alla ricerca del contratto, dell’affare
del segreto per svoltare,
siamo topi in una cattedrale
non ho mai sentito dire basta
bocche con gli occhi a mezza asta
gocce di ruggine in una vasca
minerali a cena sbocciano al posto di vini pregio
silenzi di orgogli troppo segnati per un altro sfregio
non è quello che ricavi con i tuoi reclami
a farti elevare due metri sopra anche senz’ali
regali smorfie al posto dei sorrisi e dove cazzo arrivi
ammazzi i cattivi e rimangono solo i buoni nemici
guardo in su per guarire le mie cicatrici
aspiro a salire più in alto non sento cosa mi dici
pago gli errori in euro prendo in sposa stima vera
e adesso ho meno freddo, è la mia primavera

Ritornello:
Qui passa tutto è nero, piove, guarda in cielo
senza pensare a cosa lasci dietro
togli alla sposa il velo, adesso guarda in cielo
tipo miracolo, ero cieco e vedo
cerca il cielo tra i palazzi tutti uguali
oltre a questi cartelli pubblicitari
aspetta domani che farà sereno
stringimi le mani e dopo guarda in cielo

Oggi la mia testa scoppia, è come divorata
la gente qui fuori idolatra un ritmo di volata
alta velocità lo smog riempe la mia città
finché non vedo più questo cielo blu non ricordo più dove sta
grido stand up il sole ci incendia
ma gli occhi han su una benda
e qui sembra l’inferno come Dan Brown
lancetta lenta, la quotidianità ci spaventa
spesso non manca tempo ma tempra
colma il vuoto coi successi che ti distrai
sai che non vedi il cielo finché cadi e ti sdrai
sorrisi finti come gli smile chiusi in casa guarda il cielo
però il cielo di Sky,
per me la vita è un ring come Tyson
per te la vita è discutere, discutere d’iPhone
cerco il cielo come in una stanza di galera
è la mia primavera, penso alla vita vera

Ritornello:
Qui passa tutto è nero, piove, guarda in cielo
senza pensare a cosa lasci dietro
togli alla sposa il velo, adesso guarda in cielo
tipo miracolo, ero cieco e vedo
cerca il cielo tra i palazzi tutti uguali
oltre a questi cartelli pubblicitari
aspetta domani che farà sereno
stringimi le mani e dopo guarda in cielo

“bella Bassi bella Jack, per me era così”
Facevo l’alba insieme a La Creme
sentivo background dicevo ‘amen’
sembrava l’avessero scritte a me
sognavo un giorno in cui mi avrebbero detto “vai Gem!”
è arrivato e se prima ero determinato
vuoi vedermi in alto, frà ti ho sterminato
quante possibilità mi avresti dato
eh? nessuna ah! e invece c’ho sperato
e ho guardato su (su)
l’ho accesa ho aspirato e non ci ho pensato più
Sono sempre stato monoteista
credo in me solo in me, sono il mio terapista
fumo un’intera mista prima di un’intervista
se non mi conosci non pretendo che tu capisca
nah! a 24 anni ancora noi tra i monti
c’è chi si è abituato io li trovo profondi
come se ogni giorno fosse la mia prima sera
la mia vita intera ciò che ne rimaneva

Ritornello:
Qui passa tutto è nero, piove, guarda in cielo
senza pensare a cosa lasci dietro
togli alla sposa il velo, adesso guarda in cielo
tipo miracolo, ero cieco e vedo
cerca il cielo tra i palazzi tutti uguali
oltre a questi cartelli pubblicitari
aspetta domani che farà sereno
stringimi le mani e dopo guarda in cielo