Yeah, Machete flow! Machete flow! Respect my family! Ah! Nitro! Danger! Hey hey hey hey hey..

Hey hey, guess who’s back, il rapper mezzo metallaro che fa tanto il nerd,
non parlare mai di me come col Fight Club,
fai te, sparo flash con il rap, super sayan 3,
troppo stress nel block notes io non gioco a pes
sto con i globe trotters machete empire Hardknockers,
non puoi mettere Twilight con Bram Stoker,
la mia crew c’ha più assi del poker,
butta giù la tv col bull-dozer,
il talento non lo compri al foot locker,
we takin’ it back, again than game over,
la mia vita è quella di un punk rocker,
mi sveglio ogni mattina in hangover,
non sto con una figa e non ho un land rover,
ma per lo meno so che faccio rap mica cover (poser),
sto con Jack The Smoker, En?gma, El Raton,
Slait e SalmonLebon,
non venire a spiegarci cos’è il vero hip hop,
noi stiamo sui palchi, tu chatti in un blog!
oh, chiedo pardon,
tutti bravi a parole ma con i fatti? No!
io ringrazio il demonio che mi ha dato il flow,
e questo è tutto quello che ho,
sono un pò in depressione, come
chi vuole andare via per cambiare nazione,
questi rapper pensano di avere il knowledge
per il cappellino e per la giacca del college,
io dò il sangue la folla lo vuole,
mi sputerà in faccia col calare del sole,
la gente non compra qui niente si muove,
io sto con chi conta, è la prova del nove.

Ritornello:
In conclusione non serve dire nient’altro,
è la prova del nove di chi si muove sull’asfalto,
hey non sento le tue scuse mi dispiace tanto
ma il fatto che il volume è troppo alto e la gente grida
eeh-ooh machete flow guerrilla distingui dalla poltiglia,
qua nessuno ci assomiglia e grida
eeh-ooh,
ti passo una bottiglia
per sciacquarti la bocca se parli della mia famiglia

Fabri Fibra ha detto che è un mio fan,
capisci Fibra è un mio fan,
non è un tuo fan, è mio capisci?
Anche se canto coi capelli lunghi e lisci,
viscidi amici che fanno la gara,
a chi mi pugnala anche dentro la bara,
oh, c’è chi mi cerca e mi chiama,
la cosa più certa è che poi mi diffama,
odio la Milano della vita mondana,
la tua tipa e la sua figa di porcellana,
oppure chi mi ferma nella metropolitana,
per chiedermi che penso della musica italiana,
sayonara baby, vivo nel drama d’Italia la patria degli haters
dove i back packer parlano d’aria per fare allargare i teen-agers,
metti nel player rap slayer, Keiser, poi versa da bere lo jagermeister,
sono l’outsider “Ruff Ryder” faccio piangere rapper con i ghost writer.
Ste mezze seghe io le aspetto anche domani,
se non fosse per ste rime so che ammazzerei cristiani,
ah resto nel mio così non cambierò i miei piani
e non mi ammazzerà il tuo Dio
ci penso io con le mie mani (mamy),
(rhaw rhaw) Rompo sti fighetti della down town,
specie quando vedo che ogni clown
c’ha un account soundcloud,
speravo i maya indovinassero il countdown (whao)
sono ancora in prima fila
che aspetto questa fine vicina che non arriva,
poi esco col disco e la cosa più figa è che dirai: “Nitro? Meglio prima!”

Ritornello:
In conclusione non serve dire nient’altro,
è la prova del nove di chi si muove sull’asfalto,
hey non sento le tue scuse mi dispiace tanto
ma il fatto che il volume è troppo alto e la gente grida
eeh-ooh machete flow guerrilla distingui dalla poltiglia,
qua nessuno ci assomiglia e grida
eeh-ooh,
ti passo una bottiglia
per sciacquarti la bocca se parli della mia famiglia

Sciacquati la bocca se parli della famiglia,
sciacquati la bocca se parli della famiglia,
ti ho già sentito parlare del crew ma-ma-machete
ma quando saliamo sul palco noi poi voi voi voi ta-ta-tacete
Sciacquati la bocca se parli della famiglia,
sciacquati la bocca se parli della famiglia,
ti ho già sentito parlare del crew ma-ma-machete
ma quando saliamo sul palco noi poi voi voi voi ta-ta-tacete