Guardati intorno ti basta pensare allo schifo presente nel mondo (qua)
per renderti conto che senza volerlo potresti morire tra qualche secondo
devi essere il primo il secondo è soltanto il primo dei perdenti
con il sapore del sangue fra i denti
ho lo sguardo nel cielo sperando che un giorno io possa toccarlo davvero
e faccio luce con le mie parole questo sole è nero
viviamo dentro un abisso come atlantide
te lo ricordi con il freddo la pioggia diventa grandine
da un po di tempo la mia pelle è una corazza
messa preventivamente contro un paese che mi ammazza
ma il bello è che qua la gente quando vede non fa niente
che fino a quando non tocca a loro tanto non succede niente
ma lentamente bruciamo dentro le fiamme
accendo canne su canne
con il sorriso e non vi penso più
non ho mai dato il mio voto a qualche coglione
che uccide la mia nazione
e non dovresti farlo neanche tu
il bel paese con la bella gente i bei pensieri
è morto da tempo è soltanto un ricordo di ieri
che ci rimane apparte quello che c’abbiamo in testa
odio uno stato che a sua volta mi detesta

la mia nazione lascia le persone a terra
la faccio d’erba mentre stappo un’altra miller
ogni emozione spesso è una contraddizione
questo paese ti uccide mi sembra un killer

la mia nazione lascia le persone a terra
la faccio d’erba mentre stappo un’altra miller
ogni emozione spesso è una contraddizione
questo paese ti uccide mi sembra un killer

puoi passare la vita sui libri
seguire i consigli
sistemarti e fare figli
o puoi cadere dentro al vuoto e rimanere senza appigli
quando gli altri mi chiedono come sto ti giuro che non so che dirgli
a scuola andavo male mai avuto una vita normale
ma meno male che nel vuoto ci sono caduto tempo fa
ho dato amore alle persone sbagliate che promettendo di restare come vedi non sono più qua
non ti parlo di me so che il mondo è sbagliato non lo cambio io
la speranza dov’è rifugiata dall’uomo nel nome di Dio
vivo in tempi tremendi i governi si perdono dentro un oblio
ed il giusto è chiamato sbagliato io già dal passato vivo a modo mio
non lo senti il fruscio delle foglie che cadono a terra c’è aria di guerra
tocca muoversi in fretta nessuno ti aspetta di notte una mano ti afferra
ti trascina nei posti che sogni ma quando non dormi il problema è più grande
se ti porta nei posti che sogni non torni cosciente all’istante

sappi che la mia nazione lascia le persone a terra
la faccio d’erba mentre stappo un’altra miller
ogni emozione spesso è una contraddizione
questo paese ti uccide mi sembra un killer

la mia nazione lascia le persone a terra
la faccio d’erba mentre stappo un’altra miller
ogni emozione spesso è una contraddizione
questo paese ti uccide mi sembra un killer