Spingo al massimo, alzo i livelli, peso massimo su più livelli
Non ho riguardo, neanche ti guardo, schizzo l’asfalto come le Pirelli
Effetto sortito, extasy, flow di granito, M.A.D.
Mc preferito Deda MD, comincio dal principio come l’ABC
Vuoi spaccare? Con me non puoi
Sto per salutare: ‘hello toys’
Ti senti perso come i Lost Boys,
Ma dal vivo fai ‘make some noise!’
Scivolo liscio come il velluto, prima che inizio sei già fottuto
Spacca orifizio, penetro il buco
Serve un indizio ti manca l’intuito
Ragazza cattiva come La Toya, non vuoi scopare ma almeno ingoia
Hai la testa sulle spalle ma io sono un boia, antica città greca ‘sei una Troia’
Sono il numero uno, man, vinco il premio degli assi man, do uno sguardo al futuro, man, farò più soldi di Onasis
Tengo banco, impreco tanto, scarso, grezzo, hardcore, negro bianco
Prendi l’occasione al volo che qua si sta decollando
Teste false per le masse, se tornasse il Ghettoblaster
Punti il dito su un fallito io c’ho la nitro nelle tasche
Lirica sequenza rima dote naturale, col controllo della voce faccio quello che mi pare,
cerca di venirmi appresso ma non limiti il mio flusso patrimonio dell’Unesco, gemma sulla strumentale
Non mi vedi ma mi senti, non mi credi ma mi avverti, vi separo come dividendi che se sparo apro
menti il tipo dominato dall’istinto ti trafiggo con il flow, basta poco che ce vo’, yes yo!
Sommossa interiore, è un riot, tra poche ore scompaio
Tengo l’amore al guinzaglio, avessi un cuore d’acciaio
In ogni occasione uno sbaglio che dal malumore mi sdraio
Sotto reclusione col saio, in una prigione d’acciaio
Io sull’addome c’ho un taglio, e di ragioni ne ho un paio
Un giorno la mia schiettezza so che mi metterà nei guai,
ma una figura di merda come quella di Emis Killa a BET non s’è vista mai
Streets style number one, skills al mic Busta Rhymes
Da ‘Ol Maddy, flow splendid, no trendy, ti basta, right?
White nigga tra le mani, bloody mani Noreaga
Roma finest, prima piace, poi lo ami, poi ti lega
Do bastonate, un cazzo grande, un glande impressionante
Vedi che se m’abbasso le mutande poi srotolo un red carpet
Ti senti vincolato? T’ho inculato su ritmo sincopato
Cerco l’El Dorato e spingo un bulletproof cingolato
Stile di vita deteriorato, pluriomicida faccio un massacro,
scena suicida, fine partita, flow calamita mi stai attaccato
Mi faccio troppo d’oppio, zoppico da un ginocchio, Dottor House
Chiuso nel mio tugurio, fuso col rap in studio, col gusto di pasta al sugo,
do il turbo alla Fast And Furious
Tu muto alla Buster Keaton, fanculo mi basta un dito, a cazzo duro, a muso duro,
cianuro nel mio intestino
Levati di mezzo sennò ti dimezzo, sono sempre lo stesso, niente di diverso,
pazzo, depresso, m’ammazzo adesso, vedimi fuori di testa, Marilyn Manson
Tra le gambe c’ho un missile, in un sexy club con Christy Mack
Come Daddy Kane, Rock Da Discoteque
Veri artisti rap? Ne ho visti tre

The original white nigga, the rap genius
The original white nigga, the rap genius
The original white nigga, the rap genius
The original white nigga, the rap genius

Mina vagante, mitra parlante, missile terra-aria, plastico C4
Attacco multiplo ai lati, scacco matto e dama
Flow da spostamento deraglia un Mig28, guarda in alto col binocolo
Panico in strada, intanto il cielo prende fuoco
Rappresento Roma Valerio Mastroandrea, silenzio quando il pazzo crea
Vero uomo dei record ho il passo di Mennea
Non avere dubbi, resta, qua zero stupidi gangsta
Ho i brevetti futuri di Tesla, più tre cubi di Rubik in testa
Più che rime c’ho pugni diretti al setto
Femmine sbavano e ballano, rappers sbandano, idioti che metto a letto
Haters infamano, prima t’amavano
Idoli ridicoli, Ali G, con la fretta d’arrivare in vetta ad attici
In pochi attimi gli chiudo la bocca ho sei tipi di mastici
Lei sorride da vera bitcha prima che venga uccisa,
ma mia cara, Maddy gira con un mitra alla guida di un Impala
Nel cervello bam, abilità da quinto Dan, Jackie Chan,
con l’orecchio di Van Gogh spazza Jean Claude Van Damme
Picchio forte, Primo Carnera, il più forte di questa era
Entro dentro, trito il tempo, bam, un saluto, buonasera!
Chiamami sua maestà, il Mao Tse Tung del rap, prova a colmare il gap
Musica di bassa qualità e ti fischiano come il Trap
Fuori per il cash come dj Honda ma non cavalco l’onda
Stritolo tipo anaconda, tritolo in due metri di bomba
Misogeno sessista, nuocio a ogni femminista
Ansiogeno da analista, sotto il palco pogo apripista
Uomo, schizzo in faccia sperma derma detergente
permea parete provoca per ora paralisi profilassi permanente
Tu non fotti neanche da lontano, questo s’è capito
Sono Pharoahe Monch sul micro, Eminem che fa il terzo dito
Continuo Rap Genius abbino uno steelo ad uno spessore lirico eccellente
Un delirio totale se uccido puttane sul ciglio di strade con un fendente
Non darmi del gangsta rapper, non darmi del conscious rapper
Non darmi del backpack rapper, vado oltre le tue etichette
Sul boom bap rap veritè, originale fuori dai clichè
Non tiro coca come Diprè o certi mc’s dentro ai privè
Stai sotto un trattore umano, dimmi se ciò non è sfiga
Trovo un senso a tutto questo, ho dipingo Guernica
Poca modestia dalla mia ma molta umiltà
Preparati al decollo, con un trip sotto la lingua dico ‘bon voyage’
Non ho amici influenti, ho fratelli che ne sanno
Ma non ho un pubblico a Roma, forse perchè non copio il Danno?