Luca J
Giuro morissi stanotte
devi svegliare mia madre che dorme,
poi dirle di prendere il cuore
che ho chiuso a 40 mandate nella cassaforte.
Non saprei nemmeno dirti se è vero o sto troppo fatto,
ma senza aver firmato un contratto vivo già all’inferno.
Cazzo, questi vogliono ammazzarci,
ma nonostante fanno di tutto non riescono mai a fermarci.
Date ai fratelli i miei testi, loro sapranno che farci,
prova a levare i lacci dalle tue scarpe ed impiccarti.
Ma ti immagini che bomba
quando ti agiti nell’ombra
e non vedi più niente intorno,
tanto ogni persona è già morta su questo mondo.
Auguro a mio figlio di non diventare come me
e a mia figlia di non incontrare mai uno come me.
Tutto il male che fai ti ritorna!
Indietro non si torna.
Questa terra è soltanto la tomba più grande che c’è.
Questa è la storia di chi muore ogni giorno e poi si rialza,
di chi si prende tutto, ti guarda e non ti ringrazia.

Ritornello: (Luca J & LowLow)
Se morissi stanotte
dovrei gridare forte
fino al momento che qualcuno sentirà.
Angeli della morte,
visioni contorte
di cui non ne realizzo neanche la metà.
L’ho fatto per me, l’ho fatto per loro.
La mia famiglia dall’alto dei cieli,
ora gli angeli cantano in coro.
Ringrazio mò Dio pure se non ci fosse
perché ora sta merda è un lavoro.
Dal basso alla cima,
ma morissi oggi non diventerò come loro, mai!

Low Low
Questa è la storia di un principe in una torre:
in testa la sua corona, testate contro la cella.
La storia narra, non uscì mai da quella torre
e tutto il regno ascoltò musica stupenda.
Date a mio fratello il quadernino Emergency
su cui ho scritto il mio primo testo
Tu fermami, fiero di tutto,
ogni guaio, ogni sbaglio, ogni abbaglio
che ho preso da tipe che adesso mi guardano e dicono “mi bagno”
Troie! Ahah pensa che storie.
La mia ragazza mi regge a fatica,
io v-v–vorrei soltanto dirle che è una fica,
che quando siamo usciti la prima volta,
è stato il giorno più bello della mia vita.
Io vo-levo soltanto gridare il mio nome
come un’ossessione, la mia confessione
solo con me stesso, nessun testimone, oh.
Il talento logora chi non ce l’ha.
Dio ci fa a sua immagine è senza immaginazione.

Ritornello: (Luca J & LowLow)
Se morissi stanotte
dovrei gridare forte
fino al momento che qualcuno sentirà.
Angeli della morte,
visioni contorte
di cui non ne realizzo neanche la metà.
L’ho fatto per me, l’ho fatto per loro.
La mia famiglia dall’alto dei cieli,
ora gli angeli cantano in coro.
Ringrazio mò Dio pure se non ci fosse
perché ora sta merda è un lavoro.
Dal basso alla cima,
ma morissi oggi non diventerò come loro, mai!

Luca J
Questa notte mi sono svegliato.
Ti giuro pensavo di essere morto.
Mi sono guardato intorno
e ho realizzato di esserlo già.
A 180 senza casco sul raccordo,
Live – Fast – Die – Young
Tu non lo sai com’è!

Low Low
Entri nella mia vita, ma è un giro turistico.
Linea di confine tra un genio e un autistico.
Ma che ti piaccia o no siamo il Rap a Roma.
Prendo pillole ? killer.
Parlo col fantasma di Christopher Wallace.