Ritornello:
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, uoo.
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, yeh.

In ogni storia c’è qualcuno che si sbaglia e qualcuno che non sa,
qualcuno che si taglia e qualcuno che non ci sta.
Di nuovo insieme, per pochi nuovi istanti,
di nuovo tra catene e comandanti, riprese ed ignoranti.
E’ nuova pelle ma sempre le stesse ossa e poi la mente è quella
e non sappiamo stare bene ed ogni vita è persa,
giriamo viti per fissarci gli errori alla testa
finchè non spani le viti col cacciavite a stella.
Di nuovo in giro, di nuovo a farsi la guerra dei poveri
contro piccoli uomini, contro chi ci da il peggio, l’oro grezzo, il ferro,
loro spesso, chiedo a noi di fare un cenno, ma cadendo.
Non siamo i passamontagna alle vie del centro.
Non siamo gli scoppiati del calcetto, il suono è diverso.
Coi frigoriferi pieni nello zainetto,
le valigie alla porta e sbavature del dialetto.

Ritornello:
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, uoo.
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, yeh.

Ed è di nuovo giorno, ed è di nuovo calma.
Ed è di nuovo sera, ed è di nuovo calda.
Ed è di nuovo quasi bene benissimo sto da dio
ed il traguardo mio è di nuovo vicinissimo.

Ritornello:
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, uoo.
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, yeh.

Di nuovo interessante per chi non vorresti mai
di nuovo scostante, troverò il punto d’attrito e poi sarò grande,
di nuovo che piuttosto di affrontare è sempre facile darsela a gambe,
di nuovo a farsi e rifarsi da parte.
Siamo tra dischi e ristampe,
di nuovo felici tra stima e fratelli di sangue,
di nuovo a parlarne, tanti si, poi vediamo, ci aggiorniamo.
Come no? Sto aspettando che mi chiami, stai aspettando che ti chiamo.
E ancora in giro per locali a firmare
il tuo nome e ti dicono che dovresti firmare,
che un buffone vende i dischi al posto tuo e non sa rappare.
Si, ma mò devo scappare, domani ricomincio a lavorare.
Ed ho di nuovo i piedi a terra e mani in tasca.
Di nuovo che mi manca, la mia città, mia mamma, il sole, la spiaggia.
Di nuovo a dirsi addio e non ci si stacca,
si impara dagli errori e ci si sbaglia, di nuovo.

Ritornello:
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, uoo.
Qui tutto succede, tutto succede.
Qui tutto succede di nuovo.
E quando succede, quando succede,
dici che non capiterà più, yeh.