Sono ancora ancora stanco
Il mio volto è bianco
E ogni cosa che ho lasciato indietro rimarrà in un sogno infranto
Segui il mio flow
Ci riesci? No
Stai seguendo il mio show
Già ti vedo da un po’
E allora andiamo
Buttiamoci, saltiamo
Non siamo nati per star da soli, qualunque cosa parliamo
Io ci sto
Se mi prometti che tutti i pensieri che c’ho me li scaccerai
E i momenti brutti li cancellerai, dai
Voglio divertirmi, scrivere per ridere, dividere
Questa mia pazzia con l’allegria e la voglia di vivere
Fanculo ai depressi, perciò pure a me
Quindi pure a te, nessuno è coerente più di noi stessi

Ritornello:
Davvero penso solo a te
E mi manchi come non mai
Poi ti guardo e vedo soltanto che
La mia vita non è ciò che ne fai
Sono libero, possiamo andare più su senza fare più mille salite
Ti dico si però mi farò male, non saprò più odiare finchè sarai qui te

E mi chiedo
Come stai? Dove stai? dove vai?
E mi chiedo
Come stai? Dove stai? Come mai?
Non li vedo
Pezzi di te pezzi di me
Che possa essere poco più sensibile
Dopo tutto questo come potrei
Lasciare il mondo e vivere proprio cosi come vorrei
Chiunque giù in città
Ha sempre una maschera
Vuoi una ricinvita?
Ma sai che il male che ho non mi passerà

Ritornello:
Davvero penso solo a te
E mi manchi come non mai
Poi ti guardo e vedo soltanto che
La mia vita non è ciò che ne fai
Sono libero, possiamo andare più su senza fare più mille salite
Ti dico si però mi farò male, non saprò più odiare finchè sarai qui te

Nayt – Liberi (Videoclip)

– Testo trascritto da Luca Grossi