Provace..
Non provare ad esse noi, volete fa gli eroi
non provare ad esser Noyz, finisci lost boy
non seguire la mia strada, secco don’t follow
ne sbagli una, dopo n’ altra e te ritrovi solo
non provare ad imitare i miei ragazzi
ci siamo allenati pe’ anni in pezzo a sti palazzi, vuoi gli scazzi?
io c’ho ‘na squadra pronta, cinque dentro un’ auto
non fregare il crew, vacci cauto, finisci sotto un’auto
live da ‘na gabbia, c’hanno rinchiuso tutta la mia rabbia
fotti ‘na mignotta con la scabbia
il mio denaro sequestrato, corpo del reato
primo soldato illuminato, sparo sullo Stato
vuoi il segreto del governo? in guerra pe’ il petrolio
live da dietro un muro contraffaggo il monopolio
io c’ho bisogno di parecchia calma, accendo fuoco alla mia canna
prima che il mio corpo prenda in mano un’arma

Ritornello:
Fuori albeggia, scende il sole sui palazzi, sulla breccia
pe’ strada solo il suono della macchina che sfreccia
si sporca la città, mentre la vista mi si intreccia
‘sta vita te sfregia, qui nun se cazzeggia

Live da zoo de Roma, te spiego n’attimo come funziona
coatto pe’ necessità, che so de Roma
ragazzino non seguire la mia strada
non venire, non dormire, non entrare dentro la mia vita odiata
ne spendo troppi, penso a creare i soldi
amare i soldi, odiare i soldi, a fare i soldi, a prende i tuo soldi
live dal nascondiglio, fanculo il presidente del consiglio
dello Stato, ‘ndò so’ nato nun so fijo
fanculo il sindaco Alemanno e i tirapiedi
questo posto è merda, pe’ convince a crescerci i miei eredi
trasmetti in alfabeto morse, che l’inculo forse
senza distintivi, conto sulle mie forze
racconto i mali della gente mia
irrompe a mano armata nella farmacia, Cristo portaci via
trovi eroina pura e marijuana con silicio in mezzo
tagliano morte e polvere pe’ ogni pezzo
scendere accordi? non ne voglio mezzo
tanto è da un pezzo, abituato col rincaro prezzo
io li disprezzo tanto perchè dicono solo bugie
tengo lontano infami dalle parti mie
io con sta merda che non trova sbocchi
pe’ n’vedè sta merda, abbasso la visiera sopra gli occhi
fai conto che sto concentrato e mi distrai
io che in vita mia allo Stato il voto mio non gliel’ho dato mai

Ritornello:
Fuori albeggia, scende il sole sui palazzi, sulla breccia
pe’ strada solo il suono della macchina che sfreccia
si sporca la città, mentre la vista mi si intreccia
‘sta vita te sfregia, qui nun se cazzeggia

Fuori albeggia, scende il sole sui palazzi, sulla breccia
pe’ strada solo il suono della macchina che sfreccia
si sporca la città, mentre la vista mi si intreccia
‘sta vita te sfregia, qui nun se cazzeggia