La notte passa, cancello ogni cosa, non lascia traccia
Stanotte poi mi son fumato la faccia
Ho perso gli occhi, la memoria, non ho il buco nella pancia
Non si fuma neanche più, qui la ganja la si mangia
Poeti maledetti Baudelaire,
Ho ancora le visioni e il burbuka nel caffè
Isolator e Nutella man
Con un po’ di pan di spagna sta girella che sberla damn
Una volta fatto il burro, fottuto, puoi farci un po’ di tutto
Space cake, sei fatto di brutto
La merenda del campione, non sai ancora se è il caffè
O quel grand cannone
Vedo Fritz con lo sguardo perso dietro al monitor
15 anni dopo anche lui è cronico
Attonito l’effetto thè freddo blueberry al mirtillo e vai a letto
Ci piace speziato, fruttato man
Per i nuovi strain insane in the brain
Se non la fumassi la mangerei, è la pianta che risolve tutti i guai miei

Ritornello:
Come rinunciarci? Non fumo falsi, se smettessi di fumare, come dimenticare cose da fare.
Pensa svegliarsi al mattino accendersi lo spino, lasciato spegnersi sul comodino.
Sto nella partita, finchè non l’ho finita, smoking weeda!
Ma mi han proprio detto che smetto…!

Se non fumassi io non starei qui (no)
Starei a dormì, invece sto sui monti insieme ad Heidi
Che stava con il nonno li tra gli alberi e la siepe
Mo sta qui che mi gira sti 2G dentro le calze a rete (bitch)
Passame la flamba che sniffamo la calma sta sul divano
Domanda io le rispondo: ”Piano, piano“
Se sto nell’universo parallelo, bandolero
Sono fuori in ubna mossa dalle ossa, dallo stereo, dal tuo impero
Accendo un cero a Torme e dopo a Fritz, davvero
Vaffanculo ai chips please
Oprovi a disturbarmi se sto in alto
Solo perché non te regge di staccarti dall’asfalto
La legge del bastardo: perquisa
Lo stress da una Rizzla come se te sei inculato Monna Lisa
E invece io voglio solo stare tranquo
E se non fumo ti dimostro uguale quel che valgo, capisc?

Ritornello:
Come rinunciarci? Non fumo falsi, smettessi di fumare, come dimenticare cose da fare.
Pensa svegliarsi al mattino accendersi lo spino, lasciato spegnersi sul comodino.
Ma mi han proprio detto che smetto…!

Testo trascritto da Luca Grossi