KIAVE- solo per cambiare il mondo (Recensione)
Etichetta: Macro Beats
Distribuzione: Audioglobe
Anno: 2012

A distanza di 3 anni, Kiave torna con un suo album. Uscito dopo la partecipazione a Spit, che lo ha portato alla conoscenza del grande pubblico, il rapper cosentino consegna al pubblico un lavoro ben fatto e con il suo classico suono molto ‘anni 90’.

D’altronde non si é mai fatto mistero che l’artista ha la grande capacità di fare un rap molto “vecchio stile” ma senza risultare vecchio o “già sentito”: in sintesi un ottimo connubio tra tradizione e freschezza. Kiave é di fatto uno degli ‘intoccabili’ in quanto a stile, tecnica e capacità, ed in questo album lo ribadisce. Se poi aggiungiamo a questo i featuring con Ensi, Clementino, Ghemon, Mecna, Madbuddy, Musteeno, Hyst, Dj Double S, Brunori sas, Dj Shocca abbiamo la ricetta per un grande album.        

Mi sento di dare solo una piccola nota negativa: ho notato una grandissima vicinanza di tematiche con Il tempoNecessario7 respiri: c’e differenza tra coerenza e ripetitività, ed in questo lavoro di Kiave fatico a definire una distinzione tra le cose.

A parte questo, che é solo un piccolo appunto, siamo davanti ad un album fatto davvero bene, dove tutte le componenti suonano come si deve e sono fatte con cura: musica, testi, argomenti. Blue nox accademy, e il rapper targato CS sono garanzia di qualità. Giudizio assolutamente positivo, e vorrei sottolineare una cosa: Kiave arriva dal 2thebeat, da anni di gavetta di contest e live nei centri sociali di tutta italia. Umiltà, tempo, costanza, studio sono la formula che, con una buona dose di talento, ci regalano questi artisti e dischi di indiscutibile qualità. Questi fattori fanno il BIG, l’artista, e non “official video”, le fanpage, le views su youtube, o un disco pubblicato su iTunes.

Chiusa parentesi: se voleste farvi un’idea di come suona Kiave perché non lo conoscete, vi segnaliamo tre video estratti dall’album e presenti sul canale di Macrobeats e Mirkokiave (SunTzu e Keep it real, e Welcome) per poi passare eventualmente ad acquistarlo su Itunes. Se lo conoscete, vi piace, e non avete ancora comprato l’album credo che lo farete presto.

Buon ascolto.

Ciroga