Jack The Smoker - Grandissimo Ep (Recensione)

Etichetta:

Distribuzione: Free Download

Anno: 2012

Grandissimo EP è l’ennesimo lavoro di un rapper che non ha bisogno di grandi presentazioni:  presente nella scena dai primissimi anni del 2000, tra le partecipazioni  di primissimo livello ai vari 2TheBeat, lo Show Off. Il primo album che lo consacra al "grande" pubblico è L’alba (sotto nome La Crème, con Mace), e poi via fino ad oggi passando da 3 altri Album (Il suono per resistere, V.ita, Game over mixtape Vol.3) e collaborazioni con grandi nomi ed emergenti  della scena nazionale: per fare alcuni nomi: Bassi Maestro, Zeus One, Asher Kuno, Bat, Mondo Marcio, Vacca, Likerz, Guè pequeno, Zampa, Rayden, Emis killa, E-Green, Maxi B, Nex Cassel.  Per completezza d’informazione il rapper è anche producer, ed ha messo la propria firma in album di Bassi Maestro, Zampa, Duin Duein, Bat, Ape, Darkeemo, MDT, etc.

Jack the Smoker, al Secolo Giacomo Romano, ci porta un lavoro di 8 tracce dove dimostra di essere cresciuto, ma dichiara anche la voglia di restare fedele al suo suono ed al suo modo di fare musica.

Le produzioni sono ad opera dello stesso rapper, fatta esclusione di Roby Baggio e Facci passare (prod Non dire un chaz): suoni molto tradizionali ma non vecchi: l’artista resta legato alla tradizione del rap italiano evitando contaminazioni da altri stili musicali, ma lo fa non tralasciando l’innovazione: suoni tradizionali ma comunque freschi.

Tecnicamente Jack rasenta la perfezione, e come sempre ci porta un ottimo vocabolario, flow, ed un gran livello di testi, per incastri e costruzione. Nell’album troviamo i compagni di sempre, Asher Kuno, Bat One, Coliche MDT, ed altri nomi come Killa Cali, Johnny Marsiglia, Capstan, Mekoslesh e Paskaman.

L’album nel complesso è buono: un lavoro di di buon livello: Jack The Smoker non delude per qualità e contenuti, ma potrebbe non piacere a tutti: l’album suona come ha sempre suonato l’artista (se non per alcuni miglioramenti per i quali dobbiamo fare gli onori al merito): ad alcuni tradizionalisti potrebbe piacere, ma per altri può rendere noioso l’ascolto. Non ho trovato grandissime "hit" nell’album, tracce delle quali ti ricordi o che riascolti a distanza di tempo, non ho trovato tante argomentazioni nuove, lontane dai suoi precedenti album.

A giudizio personale Jack the Smizzle è uno dei rappresentanti più forti della nostra scena, ma potrebbe fare molto meglio crescendo, cercando di evolvere la sua musica e i temi che affronta.

Il disco è in freedownload: se siete suoi fan e non lo avete ancora fatto scaricatelo, se non sapete chi è Jack The Smoker il consiglio è di scaricarlo, per conoscere una "nuova" voce, che potrebbe risultarvi interessante.

Ciroga