Numeri2AndTheBand Vol. 1 / Start2get  

Etichetta: GdmClan
Distribuzione: Free Download
Anno: 2012

Chiariamoci subito: questa è musica.

Qua si parla di strumenti musicali, il suffisso “the band” non è messo a caso.
Ora quest’album, a mio avviso è veramente bello, musicalmente parlando; tematiche simpatiche, belle sonorità che arrivano a toccare anche una traccia simile ad un Roy Paci qualsiasi (la numero 3: “la verità”)

Mastermaind poi completa il tutto con produzioni come al solito curate e adattissime a sposarsi con gli strumenti della banda che supporta i Numeri2.
Alla voce Youssoufian, Sopreman, Kimo Zacchi e AleKarmine si alternano per dare vita a questo quarto album di un gruppo che è insieme dal 2001.

Il singolo uscito per la “promozione” è “Spread Love” (titolo molto in tema con l’attualità) che parla d’amore e della situazione un po’ generale in Italia ma non solo.
Nell’album troviamo anche Swedish Gorilla, uscito lo scorso anno in free download su Hano.it, e che finalmente ha trovato casa in questo disco che contiene 10 tracce, non contando la prima che, come da tradizione, è muta in maniera tale da far iniziare la tracklist dalla numero 2.

Comunque tutte le canzoni mi hanno soddisfatto, perché essendo una cosa un po’ diversa sanno di novità ed è sempre apprezzato un intervento musicale vero e non solo elettronico; le influenze ska e melodiche insieme alla rappata possono essere la soluzione a chi non apprezza il fenomeno dubstep che ha preso il mondo dell’hip-hop italiano adesso ma che cerca un genere diverso dal classico “cassarullante” old school o perlomeno underground.

Molto bella è anche “#queidirechetamo” (da notarsi l’hashtag di twitter all’inizio del titolo della canzone) dove possiamo trovare alcune rappate in extrabeat, giusto a ricordarci che tecnicamente, le voci sono capaci pure di rappare in maniera molto soddisfacente.

Il mio consiglio è: scaricate il disco, è in free download dal 22 febbraio 2012 su numeri2.com perché a meno che non siate dei fissati su un genere di 25 anni fa, apprezzerete sicuramente questo album che ne ha per tutti, ma proprio per tutti, anche per quelli che con il rap/hip-hop non c’entrano nulla.

Vitto