Red Nose – Certe Storie  

Etichetta: SoundGood Records
Distribuzione:
Anno: 2011

Arriva da Milano un prodotto che mischia musica elettronica e blues. È “Certe Storie”, di Red Nose.
Di sicuro un buon prodotto, ben mixato, buona musica, rappato nell’ordinario.

Di sicuro meglio di molti altri dischi underground, diverso soprattutto dato che non si parla (al solito) di spari e tagli ma è un racconto lungo 10 tracce, cantato in maniera mai aggressiva, tendenzialmente piacevole.

Non mi ha convinto l’uso dell’auto-tune in un paio di canzoni, credo che l’artista, in questo caso, sia in grado di reggere il cantato senza aiuti esterni per la correzione vocale, qualità sicuramente da riconoscergli.

Riguardo alle collaborazioni, non abbiamo grandi nomi a supporto del giovane mc milanese: Warez, presente in “Pacemaker” e “Touch Down”, Poule in “Ancora Freddo” e Marya nella traccia conclusiva “Twenty Five Mile”; sono tutte azzeccate, soprattutto l’ultima in questione: la traccia mi è piaciuta molto e ne consiglio l’ascolto.
Anche “Paura”, primo singolo dell’album di cui possiamo trovare online anche il video, non mi è dispiaciuta; così come “Ave Maria” altra canzone piacevole.

Nel complesso non reputo il ragazzo un “fenomeno” del rap italiano, forse leggermente superiore alla media, sicuramente per le produzioni.

Un ascolto lo si può dedicare e musicalmente può piacere a molti proprio per l’inserimento di alcune note blues su quest’ormai diffusissima pratica di rappare sull’elettronica.

Il disco è disponibile su digital store, quindi a voi la decisione dell’acquisto, ovviamente previo ascolto delle canzoni dal suo sito ufficiale: rednoseofficial.com

Vitto