Clementino – I.E.N.A.  

Etichetta: Relief Records EU
Distribuzione: Audioglobe
Anno: 2011

Sicuramente uno degli mcs più presenti sulla scena negli ultimi tempi, Clementino esce con questo album da solista (il suo secondo ufficiale), separato dal progetto di Videomind (con Paura e Tayone) e lo serve come antipasto all’atteso disco con Fabri Fibra (progetto Rapstarz, si chiamerà “Non è Gratis”) che vedrà luce il 31 di gennaio 2012 e consacrerà il rapper Napoletano tra i big italiani.

Diciamo che questo disco è bello. Diciamolo; non andiamo lontano dalla realtà, perché Clementino piace a tutti, da che è sulla scena le critiche sono state praticamente nulle.
Assolutamente non posso che asserire con il fatto che sia molto bravo come rapper, ha un flow e una tecnica invidiabili, rari, diversi dalla massa.

Per di più “I.E.N.A.” è un album musicalmente completo che spazia dal reggae (in “Toxico”) a featuring con Ill Bill (“Hannibal Rapper”) e R.A. The Rugged Man (“Animals”) quindi con influenze internazionali che si mischiano curiosamente con lo spiccato accento del rapper partenopeo, passando poi per uno spiccato sottofondo hip-hop che caratterizza gran parte delle tracks. Non manca un featuring con Paura e produzioni di Tayone, che abbiamo visto, insieme funzionano veramente bene. Altre produzioni arrivano dall’ormai onnipresente Shablo che ultimamente sta puntando forte sui rookies del rap italiano.
Consiglio un ascolto attento di “Funk e therivati” ottima prova del Mc e dimostrazione di ciò che ho scritto qualche riga fa riguardo al flow e alla tecnica

Le canzoni sono 12 ascoltabili, piacevoli, però personalmente ho riscontrato delle difficoltà di comprensione dei testi: cantare in dialetto non sempre aiuta e rischia di rendere il prodotto troppo settoriale; è un peccato contando le capacità di questo ragazzo, che non si capiscano alcune espressioni.

I.E.N.A. regala 40 minuti di buona musica e buone sonorità, ne consiglio l’acquisto, soprattutto prima dell’uscita del disco con Fibra, che essendo sotto major, rischierà di essere un’arma a doppio taglio per i fan di questo cantante; perciò se volete un prodotto non “commerciale” ma di buona qualità e sentire come suona il rap partenopeo visto da un altro lato rispetto ai Co’Sang, fate in modo di procurarvi una copia di questo album.

Vitto