LaMiss - Follia amatoriale (Recensione)  

Etichetta: Trumen Records/Saifam
Distribuzione: Self
Anno: 2011

Che l’hip-hop si stia espandendo piano piano un po’ ovunque l’avevamo intuito, negli anni ’90 c’era praticamente solo La Pina a portare alta l’egida delle rapper in gonnella; in questi ultimi tempi invece abbiamo visto uscire allo scoperto con risultati più o meno buoni (a seconda dei gusti) Baby-K e Lady D e per l’appunto La Miss, al secolo Luana Corino, che preferisce seguire le tracce della più classica Black Music, vicina al soul, all’R’n’B.

Si presenta un album tranquillo, dove risalta la voce dell’artista che rilassa e non stanca; buona qualità, se si pensa alla diffusione veramente scarsa in suolo Italico di questo genere di musica.

Una traccia che mi è piaciuta molto è sicuramente la prima del disco, “Insomnia di un Supereroe” con la partecipazione di Amir: delinea perfettamente l’iter del cd che poi continua per altre 10 tracce, nelle quali c’è da sottolineare la canzone in collaborazione con Baby-K (“Cosa ti Prende”); un buon banco di prova per entrambe, messe a confronto con i loro stili diversi ma che combaciano perfettamente su questo beat.

Tematica prevalente è l’amore che talvolta sfocia nello struggle e altre volte nella sottile ironia, con un pizzico d’acidità tipicamente femminile; il tutto con un tocco personale che non fa altro che migliorare l’impressione generale di questo lavoro.

L’influenza della musica nata nel periodo della schiavitù americana si sente ma regala agli ascoltatori un prodotto totalmente nuovo, come già dicevo, rispetto ai soliti che ci vengono proposti dalle major in questi ultimi anni.

Quest’artista ha di sicuro un ottimo futuro davanti a sé, se continuerà su questi livelli e soprattutto se il pubblico riuscirà ad apprezzare il suo genere, a mio avviso gradevole all’ascolto, ma che temo, non potrà essere apprezzato dalla fetta più grande di audience che usufruisce attualmente di questa musica.

In ogni caso consiglio l’acquisto, chi saprà gradire il lavoro né rimarrà piacevolmente colpito. A tutti gli altri comunque va lo stesso il mio consiglio di concedere almeno un ascolto, potrebbe rivelare sorprese.

Vitto