Dargen D''Amico - CD (Recensione)   Etichetta: Giada Mesi
Distribuzione: Vendita diretta in edizione limitata | giada.mesi@gmail.com
Anno: 2011

Dopo l’incredibile successo di “D’ (Parte Prima)” e “D’ (Parte Seconda)”, JD mette in edizione “fisica” le tracce di entrambi i dischi presenti solo in digital download (ad esclusione di “Prendi per Mano D’amico”) ed aggiunge 4 tracce inedite, le ultime 4, nello specifico “Orga(ni)smo(uni)cellulare”, “Brano Senza Titolo” con le partecipazioni di Danti e Ghemon, “Un Dio a parte (un poeta e un po’ no)” e “Gocce di Cielo”.

Per chi non conoscesse D’ in entrambe le sue parti, dovrebbe assolutamente acquistare quest’edizione: Dargen come al solito usa una tecnica tutta sua, complicata, a volte troppo, ma che rende fantastico il suo flow: tecnicamente un mostro; storicamente, per il rap italiano, una pietra miliare.
Il suo è uno stile intelligente, d’intrecci “strani”. Non rappa, parla, ma allo stesso tempo canta, su beat diversi da ogni altro beat che siamo abituati a sentire, sia i più commerciali sia i più ricercati. Avendo la storia dalla sua parte i suoi seguaci sono un numero elevatissimo, altrettanti coloro i quali non lo sopportano. Un odi et amo, per lui insomma.

Le tematiche si dividono tra storie complicate del suo rapporto con Dio e fondamentalmente l’amore.
È ossessionato da questo e per nostra fortuna è incredibilmente bravo a raccontare le sue ossessioni.

Non si può paragonare a nessun altro rapper in Italia, è unico nel suo genere.

Le tracce inedite non si distaccano dal resto del disco: non erano entrate nelle copie digitali, ma si sposano tranquillamente con la story-line delle 13 precedenti in CD’.

Le collaborazioni svariano da Fabri Fibra ai Two Fingerz, figure importanti nei progetti “D’amico” e forse gli unici che con l’intelligenza musicale e testuale di Danti riescono minimamente ad avvicinarsi alle complicate metriche dell’artista in questione.

Con Daniele Vit in “Odio volare” ci regala una traccia da belle emozioni; in rilievo anche e soprattutto “Vieni via con me (Veronica)” e “Malpensandoti” tracce fenomenali.

Album eccezionale, da acquistare se nella vostra collezione mancano i due precedenti che lo compongono.

Vitto