S’intitola “In quale mondo vivi” ed è il nuovo album di Gora, l’artista novarese, che torna ad incidere dopo i successi del precedente album “My flow”, i cui singoli “Wu cumpra” feat Esa, “Come lo muovi” feat Tormento, ”Yaye” feat Dan-T (twofingerz), ”Huga Flame” sono stati trasmessi su All music, MTV, Hip Hop TV. Con “My Flow” Gora ha vinto il premio Radio Popolare come miglior artista straniero nel 2009. Varie le collaborazioni dell’artista, dalla Francia all’Africa, e con la Noir band in compagnia di Prince, Alessandro Lualdi, Fabio Ortu e Fabio Chirico.

 

“In quale mondo vivi” è un’occhiata fuori da se stessi e dentro se stessi. L’album è infatti un’alternarsi tra temi di interesse sociale e di attualità, e storie più intime di amori, e passioni.

Il viaggio che l’artista intraprende è quello di un esploratore di un universo “pieno di colori”, ma in questo caleidoscopio di etnie, musiche e culture tutti cercano di dare la colpa a qualcun altro se “nel mondo è tutto crisi”. Il tema della diversità e dell’integrazione è alla base della title track. In “In quale mondo vivi” Gora racconta con pungente ironia come pregiudizi, credenze, ostilità e retaggi culturali portino la società a chiudersi in un ambiente cupo e destinato alla diffidenza. L’artista scherza su se stesso, nel brano si definisce un “rasta man” che quotidianamente affronta l’occhio impietoso di chi pensa di sapere tutto e ti giudica al primo sguardo. Tensioni e incomprensioni in questa “guerra tra poveri” che scatta per paura di aprire i propri orizzonti. La traccia a dispetto del tema trattato, è però molto orecchiabile e godibile, segno che alle volte i messaggi migliori passano attraverso rime accattivanti e ritmi trascinanti.

La prima ballata romantica dell’album è anche il primo singolo diventato un video, che porta la firma del regista Riccardo Salvi con la collaborazione di Enrico Omodeo Salè. “Welcome to my world” è dedicato a una ragazza che viene accolta nella vita dell’uomo che la ama. L’amore trionfa anche in “Sei tu”, “Quale direzione” e “Angelo”, canzone melodica che parla del dolore di una gravidanza interrotta

Di genere totalmente differente, e anzi con un richiamo ai ritmi dance, sono “I like”, “Lou waralle li” (unico brano che l’artista canta nella sua lingua d’origine: il woolof,, parlato dalla maggioranza della popolazione senegalese) e “Uno contro tutti”, un’ispirazione che Gora ha tratto dal primo giocatore di colore della nazionale italiana: Mario Balotelli.

Ultima delle 9 tracce è quella che tratta l’argomento più impegnato. Si intitola “Haiti” ed è dedicata alle vittime del terribile terremoto che più di un anno fa ha sconvolto una parte del mondo che fatica a rialzarsi. La musica, come spesso avviene, diventa strumento per sensibilizzare, per non dimenticare…

L’album è prodotto da Gora, Marco Zangirolami e verrà ufficialmente presentato sabato 26 febbraio al Lollipop Club di Novara. “In quale mondo vivi” è un disco che tocca a 360° tutte le sfumature della musica black. Gora si avvale di featuring importanti (Mista-B, Mulino, Mistiq, Agenero, A-MJ), come già avvenuto nella sua precedente produzione, quando duettò con esponenti dello scenario dell’hip hop e R&B.

L’album, quasi interamente cantato in lingua italiana, è una vera sorpresa per gli appassionati del genere, ma anche per i nuovi conoscitori. Fa ballare, fa pensare, fa sognare, fa commuovere. Tante sensazioni sin dal primo ascolto. Un mondo tanti mondi, forse proprio per questo la copertina del disco rappresenta un “Gora Avatar”: perché in questa epoca nessuno può permettersi di vivere in un mondo soltanto, esistono tanti mondi differenti, tutti da scoprire, proprio come il contenuto di un vaso di Pandora.

Gora - In quale mondo vivi

Tracklist:
01 – In quale mondo vivi
02 – Welcome to my world
03 – I Like
04 – Sei Tu
05 – Lou Waralle Li
06 – Angelo
07 – Uno contro Tutti
08 – Quale direzione
09 – Haiti