Fabri Fibra - Controcultura (Recensione)   Etichetta: MENINSKRATCH/THEREVERSE musiq
Distribuzione: Free Download
Anno: 2010

Album di 8 tracce per il duo romano, che ha tutte le aspettative per essere una hit.

Come suggerisce il nome, Acustico, tutto il cd si allontana dal tipico cassa/rullante (più tutti quegli effetti metallico-computerizzati degli ultimi anni) e viene “composto” con chitarra (Svedonio) e altri strumenti sonori lontani dal classico rap e che si discostano come ci ha abituati un J-Ax nei suoi ultimi lavori.

8 tracce, dicevo. E tutte di altissima qualità, a mio avviso; innovative, divertenti e mai ripetitive.
Una traccia geniale è sicuramente Disney Inferno (in downaload su hano.it tra l”altro): compara la realtà disneyana alla nostra toccando punti incredibilmente veri sull”attualità, da rifletterci sopra. Dedicata a tutti quelli che credono ancora alle favole!

Bellissima anche Invisibili, toccante, interessante anche se insolitamente lunga, rispetto agli standard del rap; ma questo album ci fa capire quanto si possano variare alcune cose nella musica, senza rovinarla, anzi in alcuni punti migliorandola notevolmente.

Complessivamente è una bomba.

Acustico permette a chi è abituato ad ascoltare rap/hip hop di “staccare” un attimo dal solito bum bum cha ed apprezzare uno stile nuovo, tranquillo ma mai scontato.

Rancore ha un flow devastante, Dj Myke riesce a mettere insieme qualsiasi cosa e farlo sembrare stupendo.

Assolutamente da ascoltare e da mettere sul proprio iPhone.

Vitto