Caparezza – Il Sogno Eretico (Recensione)   Etichetta: Universal
Distribuzione: Universal
Anno: 2011

Il sogno eretico” è il nuovo lavoro del cantante pugliese Caparezza, che ogni album si discosta sempre di più da quello che possiamo definire rap/hip-hop: questo cd è considerabile più un punk “incazzato” stile anni ”70 che un disco rap della nostra generazione.

Da un certo punto di vista, questo è considerabile come un evento innovativo: Caparezza, infatti, rappa sulle basi offerte da un gruppo vero e proprio rendendo questo genere molto vicino al punk/rock un ibrido di crossover; può piacere, molto.

Può infastidire, e non solo musicalmente, ma soprattutto per i temi (tendenzialmente esclusivamente politici, martellanti anche sulla religione) che sono sempre gli stessi, ripetitivi, ancora e ancora e ancora.

Ora, capisco il periodo, capisco l”incazzatura, ma credo che la gente, nonostante voglia ascoltare musica intelligente (e su questo non c”è dubbio che Caparezza c”entri in pieno l”obbiettivo), credo abbia il desiderio di non avere il demone dei problemi sparato ripetutamente nelle orecchie, magari mentre sta andando al lavoro su un tram pieno di gente la mattina.

Ci sono tracce molto carine: “La Marchetta di Popolino” simpatico accostamento del Premier & Co. al mondo allegro della Disney; “Kevin Spacey”, nella quale Capa dà contro a KS (a caso) e racconta un sacco di finali di film (quindi conisglio vivamente di skipparla se non avete mai visto alcune pietre miliari dei film USA); “Legalize The Premier” con le sonorità reggae e ritornello a cura di Alborosie, a parte il solito tema, distacca un attimo dal ritmo rockeggiante dell”album.

Unica canzone che non è a sfondo tendenzialmente politico è “Ti sorrido mentre affogo“: qua il cantante parla stranamente più di se che dei problemi del nostro Paese.

Goodbye Malinconia” con Tony Hadley è il singolo che per ora è uscito, accompagnato da video. Velo di tristezza nella voce di Michele Salvemini, malinconico, come suggerisce il nome del singolo e forse l”unico singolo realmente idoneo per i network radiofonici.

Caparezza ha delle potenzialità enormi, perché riesce a dare un senso cercato con intelligenza che molte altre persone non riescono a far cogliere al pubblico in ascolto. Il problema però, in quest”album è proprio il tema fisso, dal quale non si discosta mai, e questo è uno scoglio enorme.
Ci si aspetta di più dal suo prossimo album.

Vitto