Oh, ancora tu.. Ma non dovevamo rivederci più? Sì lo so, ma non ho resistito quando ti ho rivista in tv.
Eh lo so, so bene che è finita, lo so, non vediamoci più. Ma sai che poi tra il dire e il fare c’è di mezzo amare, baby.

Ritornello
Quante lingue sai, e quanti mondi racconti, chissà se vale ancora la pena di bere una cosa con me.
rivederti da vicino, convertirebbe Dio, chissà se hai ancora voglia di fare l’amore con me.

Ti ricordi di me Jd, ormai credevo di non rivederti,
ma la vita sorprende a volte, come il primo uomo la prima notte:
vede il sole andarsene e pensa “non torna”,
e invece il sole torna e il cielo si aggiorna
con te la stessa cosa, ora che sei famosa,
e hai tutti gli occhi addosso come la sposa.
Beh, ricordi me facevamo colazione pranzo e cena nutella e pan carrè.
Però che caso rincontrarti, no.
Ammetto di essere venuto apposta al party.
E so che se mi guardi non mi trovi bene.
E no che non ho fame, piuttosto fammi bere.
E poi mettiamo in sottofondo Anita Baker
e poi sbattiamoci a vicenda contro la parete.

Ritornello
Quante lingue sai, e quanti mondi racconti, chissà se vale ancora la pena di bere una cosa con me.
rivederti da vicino, convertirebbe Dio, chissà se hai ancora voglia di fare l’amore con me.

Ora che le tue labbra riflettono il mondo intero io lo esploro bevendo una cosa con te.
Tu che sei la vita ma senza i tempi morti non mi par vero di rifare l’amore con te.

Ma dura pochi minuti, poi deve dedicarsi a invitati più conosciuti.
Forse ho scelto un’occasione inadatta.
Mentre parla ad altri io le fisso le labbra
è sempre stato così, quando parla lei
a me gira la testa come a Galilei
Scoprire il meglio della vita posso
se lei mi tiene le sue labbra addosso
Se alzasse gli occhi vedrebbe i miei svelti fissarsi nei suoi come un gioco di specchi
sì, baby, li vedresti, verresti, torneresti mia, cacciando questa ruggine via
Sono qui in periferia che mi sbraccio
ma tu neanche mi vedi quando ti lancio il mio cuore tra i piedi,
finirai per schiacciarlo andandotene come l’accelleratore, baby.

Ritornello
Quante lingue sai, e quanti mondi racconti, chissà se vale ancora la pena di bere una cosa con me.
rivederti da vicino, convertirebbe Dio, chissà se hai ancora voglia di fare l’amore con me.

Ora che le tue labbra riflettono il mondo intero io lo esploro bevendo una cosa con te.
Tu che sei la vita ma senza i tempi morti non mi par vero di rifare l’amore con te.

Ti alzi dalla sedia e nasce un’alba nuova. La mia religione è: bere una cosa con te.
Dal cielo di Nutella cade e si glassa una stella, così ritrovo le forze per fare l’amore con te.