La mia è una banda di pazzi
non ci son cazzi
meglio non mettersi contro noi
i miei seguaci hanno i controcazzi
a pentirvi a sto giro sarete voi

La mia è una banda di pazzi
non ci son cazzi
meglio non mettersi contro noi
i miei seguaci hanno i controcazzi
a pentirvi a sto giro sarete voi

Vacca
Non giro con l’orchestra, non giro con il coro,
con T.K., Lestro, con gaggi come loro
ka-kamikaze che rischian la loro vita ho al mio fianco
questo è il mio unico vanto
po-po gi rap dentro all’impianto
fumo davvero tanto
per questo ho il viso bianco borotalco
sto nei cortili di Q.Oggiaro
dovresti Milano
giro su una 3C nero smalto
do fuoco ai palci che calco
con gangsta nano e l’aldo
seguiti a ruota dal resto del branco
e l’alcol che a fiumi ora scorre nelle mie vene
non mi stacco nemmeno quando la tua donna viene
spingo largo la mia censura dentro a queste scene
il suo orgasmo rimbomba con le con le nel mio quartiere
non la lascio, non servono a nulla le tue preghiere
me la rifaccio a sto giro la sciolgo dalle catene

Ritornello
A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

G.Nano
Il mio nome è lil’ anche noto come G-Nano
quand’entro nel locale t’alzi dal divano
giro con un barese ed un cagliaritano
s’entriamo nel locale alzati dal divano
non faccio brutto, non guardo male
ma se entro nel tuo club alzati dal divano
prendo un cocktail, lo sorseggio piano
mi vede la tua donna e s’alza dal divano
mi vieni incontro, mi chiede il numero e torna da te felice sul divano
tu preso male, mi guardi strano
vengo da te e mi siedo sul divano
sono il più gansta, sono il più nano
son quello che la gente chiama gangsta nano
lei mi guarda mentre io bevo, cerca la tentazione fuoco sul divano

Ritornello
A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

Tehone
(sconosciuto)

Ritornello
A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

Suarez
Dalla mia zone di Roma da Montecucco
tra gli impicci e le dipendenze stile Maradona
l’atmosfera qui è rigida, li hai visti,
qui nascono artisti o serial killer come tullio brigida
9,30 e parto Roma-Termini,
le 3 di pomeriggio e sono come fatto a Quarto
in studio che strascico
amò me sa che me lasci mo perché di fatto mo sto fatto fracico
il mio rap è in italiano
fatto fuori si rigenera
come le cellule di un Namecciano
che sia Roma o Milano
woodoo click e il pupazzo con la canna
riconosci chi siamo
il mio messaggio è un disegno
come un tatuaggio, in quanto tatuaggio lascia il segno
non garantisco impegno fumato troppo e non capisco nemmeno se son sveglio.

Ritornello
A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

Vacca
I my kids pompano la weed sulla jeep
con la pila divido i miei G
tutto in busta e si parte da coni e street
music gangsta a palla dentro al cd
qui va 2pac, molto meno Puffy o B.I.G
e sto sereno, no paura se ho addosso i bling bling
logo sulla maglietta woodoo smoker family
a milano ovest lo si fa così
poi santa bara si avvia cina cremeria
di nuovo in carfo con il mio splint di jammaria
anche a montecucco senti odore di maria,
mi fumo tutto se arriva la polizia
bianchi in canottiere
riuniti al sabato dal barbiere
servon pezzi vado in piazza non dal carrozziere
faccio a pezzi te dopo averti fatto un piacere
quando arrivo coi randagi non servon le tue preghiere

Ritornello
A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così

A Q.O. lo si fa così
a Montecucco lo si fa così
a Milano ovest lo si fa così
Lotto 18 lo si fa così