Il tempo non ha gravità, vola

Gli scherzi, i pettegolezzi, le pause pranzo le scadenze, il portatile, le porte usb, i sondaggi la vetrina l’anteprima l’aspirina la bacheca, la biblioteca il cd e il dvd/ la coperta, la copertina il libro e il pigiama le arance, i baci con la lingua e sulle guance, (poi) il tuo ragazzo, lo scazzo e le minacce il lavoro in nero che non c’entra un cazzo e le mance/ le ripetizioni, le ripetizioni, le ripetizioni, le ripetizioni, il palco, le teste, il microfono le feste, i soldi ed i treni, persi nelle stazioni/

Ritornello
Il tempo non ha gravità, il tempo vola, vola
Il tempo non ha gravità, il tempo vola, vola

i successi i sorrisi i pianti le crisi i passi fatti i bassi gli alti i viaggi matti i tatuaggi degli altri, msn, la tennent’s la gente, il caffè, le macchinette, il docente assente/ gli appelli i risultati i jeans bagnati lo spavento, il prof soporifero il calorifero spento, la scena muta, il fraintendimento, la verità taciuta la sconosciuta, il tradimento/ il mal di testa il mal di gola il mal tempo, le dita congelate l’happy hour l’evento, il motorino la focaccia la piazza il mio rendimento, le mail, la tua ragazza e il mio momento/

Ritornello
Il tempo non ha gravità, il tempo vola, vola
Il tempo non ha gravità, il tempo vola, vola

Vivo in questi versi la mia diversità, se penso ai giorni persi in università