Sto con Full Clip combo con parole di piombo a-a-albe ok il mio delay è il rimbombo, fuso con la faccia da escluso col muso strano, disilluso come un’ergastolano rinchiuso, sto/ fuori da ogni schema imposto sto, sul microfono e Genova è nel posto, no, non sono tirchio piuttosto ho il problema opposto, scrivo e regalo tutto ogni mio tema è il vostro/ G.E. sul palmo della mano e al mio dj dai la “k” di king e quella di Kamo, testa in escandescenza, sto in quest’ambientaccio, è il rap che mi lega all’adolescenza mica il calcio/

la mia città non mi da futuro, fossi un poeta saprei forse dirglielo meglio che me l’ha messo in culo, ciò nonostante le regalo un disco all’anno e a chi prova a starmi dietro pure un pò d’affanno/ scrivo rime come se tirassi sassi, parlo di me e c’è chi ama rispecchiarsi e so che i testi che scrivo da solo per ore acquisterebbero molto più valore se poi mi sparassi/ preparo come dietro ai fornelli le mie storie che girano come tornelli e sto sui beats con underground hits per i fratelli che ai live cantano sia strofe che ritornelli/

e se vado via poi torno qui in picchiata, con la mia fantasia spiccata e con la musica che suona così malandata che sembra che sia stata picchiata/
io vivo nel mio status da ridicolo artista sono in bilico e il mio stato non sa nemmeno che esista ma mi schianto nel tuo stereo, esplodo in ogni frase, a l b e o kamikaze/ sfascio in sta faccenda segno tutto sull’agenda ed ogni segno che lascio lo consegno alla leggenda quindi chi voleva fottere i miei suoni, oggi abbassa i toni e può rimetterlo nei pantaloni/