" Noi non regaliamo la nostra musica, facciamo solo ciò che l'era della tecnologia digitale e dei social network ci impone per sopravvivere: condividiamo liberamente la nostra musica. Alcuni addetti del settore discografico e radiofonico ci boicottano dicendo che gruppi come il nostro rovinano il mercato musicale, pubblicando album in download libero sul web e non a pagamento nei negozi.Noi rispondiamo che questo è l'unico modo di emergere in Italia, dato che la maggior parte delle radio ha un palinsesto per un pubblico over 30, che promuove i "grandi successi" e la musica inglese, dando pochissimo spazio a quella italiana e ai giovani. I ragazzi ormai ascoltano ciò che gli piace su youtube. Spiegateci, come fa un gruppo che non va a X Factor o ad Amici a farsi conoscere?"…

Questa politica ha dato ragione agli HugaFlame, che suonano incessantemente da due anni in tutta Italia con un grande seguito di pubblico. L'operazione Hugalizzala anticipa così l'uscita del nuovo album "Huga Libre", prevista per il prossimo inverno. Cosa accadrà per questo nuovo album? Sarà l'ennesimo disco in libera condivisione del web?

"Per Huga Libre abbiamo inventato una nuova formula per promuovere, diffondere e vendere la nostra musica… Sorpresa!"

In attesa di nuove informazioni riguardo al nuovo album ufficiale, l'invito è collegarsi sul sito www.hugaflame.com e scaricare liberamente tutti i dischi del gruppo, il nuovo singolo e il nuovo videoclip.