Image   Etichetta: Vibrarecords
Distribuzione: Vibrarecords
Anno: 2008

Cosa succede se si mettono sotto lo stesso logo Bassi Maestro, Lord Bean, e Supa? Il disco Low cost riders è la risposta giusta. Tre dei migliori mc’s italiani uniti nei Dublinerz, presentano al loro pubblico un album che non stupirà per gli spunti musicali innovativi, o per parti sperimentali all’avanguardia, ma per il contenuto e per il “come” tre artisti con background differenti si uniscano senza stonare, nonostante le differenze.
Non è necessario fare Biografie o raccontare cosa hanno fatto, chi sono e da dove arrivano. Bassi, Bean e Supa arrivano da “lontano” nel tempo, ed ogni loro passo ha lasciato a suo modo un’impronta di cui risuona l’eco ancora oggi.
Il disco vede suonare le produzioni di Bassi, Dj Ronin (Aria pura) e Double S (I don’t Care) si occupano invece degli scratch. Grande lavoro per Busdeez, che si dimostra capace di dare un tappeto appropriato ad ogni singola traccia. Da sottolineare le produzioni di Top Kapi, Low cost riders e The dublinerz Anthem.
I tre mc’s si adoperano per dare un prodotto di gran livello, e ci riescono. Impeccabili sotto tutti i fronti, non sfigurano e non deludono le aspettative che si possono avere nei loro confronti. I Dublinerz sono la prova che le grandi collaborazioni tra personaggi con una certa attitudine possono essere “culla” di dischi di notevole qualità.
Dublinerz è un disco di buon rap a “tuttotondo”, dove le abilità dei tre artisti si mescolano e si amplificano. Low cost riders non innova, non sciocca, ma si fa ascoltare dieci, venti, trenta volte senza stancare, ci regala il gusto del buon rap nostrano senza troppi fronzoli.
Sicuramente un lavoro da avere nel proprio archivio musicale.

Ciroga