Image   Etichetta: Blocco Recordz
Distribuzione:
Anno: 2008

“Finalmente!” esclameranno i numerosi seguaci della Blocco Records, etichetta indipendente di Tortona in continua evoluzione di grande laboriosità, capace di sfornare dischi di buon livello a ripetizione, imponendosi di fatto come una delle giovani realtà più solide del rap nord-italico.
Dopo essere stato annunciato ed in seguito posticipato più volte, vede finalmente la luce il nuovo disco degli Mdt “Grado zero”.
Il duo milanese, composto da Nak Spumanti e Coliche, porge alla scena un disco di 16 tracce(14 + 2 bonustrack) per un’ora circa di rap diretto, crudo ed incisivo, radicato nell’underground con sapori di vecchia scuola ma con buone tinte d’innovazione.
L’ottimo affiatamento tra i due rapper milanesi viene dimostrato sin dalla prima traccia, in una sorta di intro atto a presentare Mc’s e disco, prodotta dallo stesso Coliche.
Le tematiche del disco sono le solite a cui il rap italiano ci ha ormai abituato negli ultimi anni: i club, la familiarità con droghe e alcool, l’amore per l’hiphop, l’ambiente che lo circonda e per la propria città, il tutto in perfetto stile “Blocco Records”.
Tanto inaspettato quanto piacevole è invece proprio il fatto che i pezzi meglio riusciti dell’album risultino essere quelli di atmosfera, volutamente meno superficiali, ricchi di tematiche da sfiorare con i guanti scavate con attenzione e cura in profondità, portatori di una ricercatezza lessicale felicemente azzeccata.
La tracklist è ben architettata: ai pezzi divertenti e di easy listening si alternano con efficacia e fluidità le tracce cosidette conscious, riuscendo ad evitare perfettamente il pericoloso ostacolo della noia.
Di buon livello i featuring tra cui spiccano i nomi di Rayden, Jack the Smoker e del sempreverde Bassi Maestro(presente nella traccia n°3 “Vento fresco”, singolo del disco e probabilmente la traccia di maggior rilievo).
Le produzioni, sicuramente il fiore all’occhiello dell’album, sono affidate ai vari Rayden, Jack the Smoker, Cuba Club, Ill Freddo, Kennedy e lo stesso Coliche.
Nonostante il rap (da parte di entrambi gli artisti) risulti spesso macchinoso e troppo poco intraprendente ed i ritornelli poco musicali e spesso e volentieri ripetitivi, l’ascolto del disco prosegue dalla prima all’ultima traccia in maniera gradevole.
Il disco è stato registrato alla “Fortezza delle Scienze” e al “Bunker Cafe”, il mastering è stato affidato a Marco Zangirolami.
Dopo l’antipasto (Sotto zero, The drama tape),arriva la portata principale con un più che discreto “Grado zero”, disco certamente consigliato ai fan del hip hop made in italy.

Federico G.