Image  

Etichetta: Auto prodotto
Distribuzione: Auto distribuito
Anno: 2007

Seyo, South Rome Crew, nomi nuovi per il mondo del rap legato ai dischi, ma non a quello del writing. Di fatto i ragazzi di roma hanno gia fatto parlare di loro con i loro graffiti, molto legati a quello che è lo stile Old School che ci ha insegnato l’america anni 80.
Ora Seyo con il suo album prova a far parlare di se e della sua crew con un disco che è un prodotto che si presenta come nuovo, ma con un forte richiamo a quanto fatto negli ultimi anni novanta.
14 tracce featuring BobbyBigBamboo, Mardok, Boo-c , Naco.
Lo stampo di una vecchia scuola romana si sente in modo forte e chiaro, chi ricorda “Odio pieno” dei “Colle der fomento” potrebbe trovare qualche analogia nello stampo dei lavori, a partire dalle produzioni, ad arrivare alla costruzione pura del pezzo in quanto a metrica e costruzione.
Seyo canta un rap di buon livello, e per essere al primo disco, si può dire che Seyo è già “sul pezzo”, con delle buone rime, e senza troppe pretese o forzature.
Le produzioni girano molto in loop spesso noiose, sono molto spoglie e semplici: un campione e una batteria senza pretese, tanto da sembrare pescate da una cassettina “vecchio stile”, che i neofiti potrebbero anche non apprezzare a pieno. Tecnicamente nulla da contestare, musiche e ambienti vari e piacevoli da ascoltare.
I Featuring sono di buona qualità ed in buona quantità, dando una buona varietà nei suoni e nei ritmi, ma senza “rubare” troppo tempo all’autore dell’album.
In conclusione “L’album” di Seyo si lascia ascoltare volentieri, anche se forse i nostalgici possono apprezzaro più delle “nuove leve” o degli ascoltatori saltuari. Aspettiamo Seyo al prossimo lavoro, sicuri che sarà migliore, ma con la stessa passione che ha saputo mettere in questo lavoro

Ciroga