Image  

Etichetta: MKrecords
Distribuzione: Vibrarecords/Self
Anno: 2008

Mirko Kiave, MC calabrese di 26 anni attivo fin dalla seconda metà degli anni 90, dopo tantissime collaborazioni a diversi progetti tra cui Dietro Le Quinte e Paola Tribe ma soprattutto Migliori Colori (il gruppo da lui composto, con Franco Negrè e DJ Impro) realizza nel 2002 “Assassinati Da Orologi”, e nel 2004 l’album ufficiale “Rullanti Distorti”.. Nel 2005 Kiave realizza il suo primo lavoro  con l’EP “Dietro Le 5 Tracce”, e adesso è arrivato il momento del suo primo album vero e proprio da solista, “7 Respiri”. Un album che lo mette ancora, se ce ne fosse bisogno, in luce per l’ottima stesura dei testi, spessi, e validissimi producer per le basi che lo accompagnano. Questo suo primo lavoro ufficiale esce per la indipendente Mk Records. Le basi, dicevamo, sono affidate sia ad affermati che promettenti produttori italiani come Bassi Mestro, Macro Marco, Impro, Zonta e anche Turi che ha curato personalmente la sua partecipazione in “Sono Pronto”. Anche i featuring sono di assoluto spessore! Troviamo infatti gente come Turi, Ghemon, Clementino, Hyst, Franco, Ensi, DonGoCò, Carlo Brigante, Dj Tsura e Dj Jumbo per un totale di 15 tracce ed oltre un ora di gradevolissimo sound. Si parte subito con la prima canzone che è un vero e proprio inno all’hip hop, “C.S.3” (come sdebitarmi). Mentre con “Imparo”, Kiave sottolinea il fatto di quanto sia importante rimanere umili per arrivare a grandi traguardi. E’ un lavoro molto riflessivo quello di Kiave, ma con sfumature anche rabbiose e passionali. Non mancano tracce più soft come quella con la presenza di Hyst in “Dimmi dove”, brano dedicato alla ricerca della donna ideale. La traccia che da il titolo all’album, “7 Respiri” è giustamente la settima in scaletta, assieme a Dj Jumbo, seguita da “Move On Up” con Ghemon. Da segnalare anche la riuscita collaborazione di Clementino in “Non manca niente” e le ottime “Effetto collaterale” e “Solo oggi”. In definitiva tutte le tracce si lasciano ascoltare piacevolmente, Kiave è un m.c. che sa scrivere molto bene i suoi pensieri, e sa metterli in metrica a dovere, il tutto assolutamente con contenuti non banali, e queste produzioni che lo accompagnano nel corso dell’intero lavoro danno un sapore molto retrò al prodotto intero, un suono che non segue per nulla i clichè del momento,e questo può essere anche un pregio, quando poi testi e musica si fondono, rispecchiando in pieno la personalità dell’artista, è un pregio assoluto. Ed è questo il caso di “7 Respiri”.

Me$$ia