Image  

Etichetta: Auto prodotto
Distribuzione: Self/Atpc hip hop city
Anno: 2007

Primo lavoro ufficiale per gli Adrenalina boys, giovane gruppo emergente della provincia di Treviso. I tre mc Ago, Cali e Feeler ci presentano “1985”, disco composto da 16 tracce prodotte da varie teste quali Zonta, Fid Mella, Roc B, James Cella, Rz e Rayden (Dj RockDrive per gli scratch).
Per le collaborazioni al microfono, invece, si parla di Mistaman, Frank Siciliano e la cantante soulista Leda.
Differenze sostanziali caratterizzano i tre ragazzi, tra i quali spicca sicuramente Cali con un flow generalmente morbido e pulito ma in grado di adattarsi facilmente sia a pezzi piu’ tranquilli che a quelli piu’ movimentati. Delude Ago, nonostante sia quello con più esperienza nel gruppo, e sembra infatti non aver fatto grossi miglioramenti rispetto al suo precedente lavoro da solista “Metallo”(2005), presentandosi con rime spesso scontate ed un flow poco fluido.
Poco presente è invece Feeler, musicalmente il più giovane del gruppo, che troviamo solo in due  pezzi da solista (“Brucia” e “Alti e bassi”) in cui si denota un flow un pò statico ma una voce particolare e degna di considerazione.
In quanto a produzioni, scorrendo la tracklist si nota che la maggior parte dei pezzi (ben5) sono opera di RZ, giovane beatmaker anch’esso di treviso che sa il fatto suo ed è sicuramente da tenere d’occhio.
Prodotta da lui è appunto una delle tracce migliori del disco, “Mama”, interpretata da Cali e Leda, voce soul che s’inserisce nei ritornelli e nella strofa finale, un beat tra il dolce e il malinconico che si sposa perfettamente con l’attitudine dei due artisti, rendendo il pezzo un misto di dolcezza sfogo e paranoia.
Il featuring più azzeccato risulta quello con Frank Siciliano in “Io”(prodotta da Fidmella), sicuramente anch’essa tra le track più coinvolgenti.
Niente di eccezionale invece per la collaborazione di Mistaman; “100×100” infatti non spicca nè travolge più di tanto, rimanendo tra i pezzi “skippabili”.
Se volete muovere la testa “La a la d la r”, su beat di Rayden, e “Più forte”, prodotta da Roc b, fanno decisamente al caso vostro. I due producers creano appunto suoni pieni ed interessanti aiutando di molto i giovani mc a rendere i pezzi più completi.
Da non scartare nemmeno “Nothing gonna stop me” e “Fai attenzione” (entrambe su un beat di fidmella), quest’ultima traccia, molto particolare, resta subito in testa grazie ad un ritornello originale e divertente.
A conti fatti l’album rappresenta un esordio abbastanza buono per gli Adr Rockers, anche se presenta ritornelli a volte un pò troppo statici e con poca fluidità. C’è sicuramente ancora da lavorare ma i tre ragazzi, chi più e chi meno, hanno dimostrato di sapersela cavare.

Laju