Image  

Etichetta: DC Records Italy
Distribuzione: Self/Vibrarecords
Anno: 2007

Prima che Bill Gates costruisse il suo impero la parola “Word” era associata solo al termine “parola”.
Esponente storico della scena hip hop italiana, arrivato alla ribalta insieme ai “Uomini di mare” con il tormentone underground della “Monomania”. Word ritorna e si presenta con “Matumago X-press”, un lavoro molto personale, che parla della sua storia, della gente, ma soprattutto della sua terra, la Romagna. Il suo stile è sicuramente fuori dai più classici canoni, ciò lo rende riconoscibile tra mille. “Matumago X-press” è composto da 16 tracce, e l’arrangiatore, compositore, produttore e direttore artistico dell’intero progetto è GianMaria Flores, la grafica invece è a cura di Eron.
Il disco è stupefacente, ha un suono decisamente particolare, molte influenze sonore il tutto condito dal particolare timbro vocale e dalla cadenza romagnola di Word.
Non bisogna ascoltarlo come sottofondo sebbene abbia un ottimo tiro, “Matumago” ha bisogno di essere ascoltato più volte per coglierne tutte le sfumature e ne è davvero pieno.
Ritornelli parecchio orecchiabili, strofe a volte un pò macchinose ma che non disturbano.
Matumago, Booliron, Moovment, Tan foom, sono i pezzi promossi a pienissimi voti, un filo sotto invece tutti gli altri, ma il livello è comunque altissimo. Un album da brividi, con ritmo, emozione, fierezza, un album assolutamente completo.
Ma che cosa vuol dire Matumago X-press? A voi scoprire l’enigma.

Valeriano P.