Image   Etichetta: Self
Distribuzione: Self
Anno: 2007

“No sense” è il nuovissimo album dei Microphone Killarz formazione formata da Mec Namara, Lustro GG e Totò Nasty!
19 pezzi prodotti da James Cella, K-9, Jack the Smoker, Roc b Aka Dj Shokka, The name, Dr. Alexandr Putionsky, Dj. S.I.D., Dj Dust, Pk.
Featuring di Jack The Smoker, El Domino, Ghemon, Hyst, Original T’Roonz, Set & Mano, Kiave , Dj Kamo, Looka, Dj Frak, Ill3More, ‘Mbertrino.
Beat e rime sono sicuramente di ottimo livello, azzardo subito a dire che secondo me in quanto ad attitudine sono il gruppo più forte (o tra i più forti) tra quelli “emergenti” in Italia! Namara appare sicuramente il più capace dei 3 per tecnica e flow ma anche gli altri si fanno notare e non certo per la loro banalità! “No sense” è certamente un album parecchio orecchiabile ma senza mai scadere in quello che tutti definiscono “commerciale” anche in maniera piuttosto ignorante! Tantissimi spunti sonori e vocali, non si scade quasi mai nella noia se non in rare occasioni, ed alcuni pezzi lasciano davvero il segno. Togliendo dalla tracklist 4 o 5 pezzi avremmo avuto un album, non dico perfetto ma sicuramente più agile e incisivo.
Difficile trovare difetti evidenti, se non fosse per l’innumerevole lista di partecipanti al microfono, alcuni sicuramente azzeccati e ben amalgamati con lo spirito dell’album altri sicuramente fine a se stessi che non lasciano nulla se non un nome in copertina.
Tra le partecipazioni le più azzeccate sembrano, Hyst, ElDomino, Looka.
Menzione speciale per il pezzo “Spring beer” davvero una hit, sarà sicuramente stata una canzone a rotazione continua negli impianti per chi già conosceva quest’album! Un pezzo solare, fresco e dal ritornello travolgente!
Altre ottime prove le troviamo in: “A fondo” con Hyst, “Colpa sua”, “Corde in stasi” con ElDomino, “Senza di te” con Looka e Dj Frak, “Va bene così”, “La stanza dei bottoni”, “Lontani”, “Fammi ridere”. Possiamo dire che i Microphone Killarz toccano l’apice quando c’è da scavare a fondo, guardarsi dentro, comunicare emozioni.
Questo album è sicuramente consigliato, moltissimi motivi per ascoltarlo, e davvero pochi per lasciarlo negli scaffali, i difetti sono dovuti quasi sempre a qualcosa di troppo più a che delle mancanze.

Valeriano P.