Image   Etichetta: Vibrarecords
Distribuzione: Self
Anno: 2007

Frank Siciliano e Dj Shocca aka Roc B hanno dato vita a una nuova formazione denominata ”Unlimited Struggle”. La “struggle” è una componente principale di molti artisti stranieri e non, e ora i due hanno voluto renderla protagonista di un intero album. Con questo lavoro hanno realizzato un percorso più concettuale che musicale; infatti non sono partiti dall’idea di rivoluzionare il mondo musicale, né il loro sound. E’ piuttosto la proposta di un’idea a volte fin troppo dimenticata o messa in secondo piano dalla scena degli ultimi anni. E’ mettere il punto attraverso suoni e parole sul termine ”struggle”. Per questo motivo ma anche per quanto riguarda la produzioni (tra l’altro curate a 4 mani da entrambi gli artisti) lo si può definire più omogeneo rispetto al precedente lavoro di Dj Shocca “60 Hz”.
Nella maggior parte dei casi c’è stata una richiesta precisa nei confronti degli mc di comporre un testo che valorizzasse appieno il concetto. Quindi è sottinteso che questa non sia una semplice compilation; questo si denota anche dalla modalità di scelta degli artisti che come hanno detto Shocca e Frank Siciliano è stata “una spontanea collaborazione con mc e dj’s nostri amici o artisti che semplicemente rispettavamo”.
Dando un’ascolto all’album si percepisce che pochi sono i pezzi che riflettono di luce propria, i pochi episodi riguardano le tracce che vedono la presenza di Marracash e quella di un duo già ben collaudato come quello di Frank e Mistaman. Quest’ultima traccia in questione, ”Non c’è tempo per noi”, in cui si ascolta piacevolmente l’interessante Giallo,è stata scelta come portavoce dell’intero album. Scelta azzeccatissima poichè il ritornello e il testo hanno un’attitudine come poche nell’album.
Altri episodi interessanti sono le collaborazioni tra due mc influenti della scena veneta come Mistaman e Giuann Shadai, e due colossi di quella milanese, Bassi Maestro e Medda. L’album si chiude infine con un pezzo che a chiare lettere ci introduce in una vita portata avanti “attraverso la lotta per raggiungere i propri obiettivi”, il cui autore è Ghemon Scienz accompagnato da Tony Fine.
Le altre tracce dell’album vedono la presenza di alcuni tra gli esponenti della nuova scena italiana insieme ad mc meno conosciuti (presenza dettata da una determinata scelta dei realizzatori del progetto che credono nel valorizzare nuove leve, vsoprattutto se queste sono svantaggiate dai nuovi giochi di mercato). Possiamo nominare artisti come Club Dogo, Amir, Jack the Smoker, Stokka & MadBuddy, Reverendo, Inoki & Tek Money, Micromala, Nemo e Shatta Connection, e due dj come Tsura e dj Double S ai piatti. Alla conclusione dell’ascolto di “Struggle Music” penso che non ci si debba chiedere dove questo disco vuole arrivare, ma piuttosto che via ha deciso di intraprendere e come noi vogliamo renderlo partecipe nella nostra vita.

Monica F.