Image   Etichetta: Autoproduzione
Distribuzione: Vibrarecords
Anno: 2007

Direttamente da Torino ecco arrivare Pula+, all’anagrafe Andrea Pugliese, con “Mia Fobia”. Primo album solista per uno degli Mc più promettenti della scena nostrana, ma non uno alle prime armi, infatti già nel 2002 con il nome di Ragazzi’N Gamba assieme a EnricoPower iniziarono a farsi sentire, benchè fosse un periodo tutt’ altro che florido per l’hiphop in italia. Nel 2005 inizia seriamente a pensare ad un progetto solista ed ora eccolo qui con un risultato più che positivo per il nostro Pula che presenta 17 tracce (più una ghost track) con le partecipazioni di Dj Zona, EnricoPower, Libo, Dj Double S, Maschi Bianchi, Dj Trick, Dj Doctrashz, Biggagia2, Deal the Dhilyo, Psiko Killa. Gia dalla seconda traccia “Pula per gioco” ci si rende conto che qui non si scherza affatto e Pula non regala niente a nessuno, tirando fuori rime infuocate senza peli sulla lingua o doppi sensi, ma dirette e incisive, unendo fotta e passione in ogni traccia. Fin dal primo singolo “La rivincita dei Nerds ” feat. Dj Zona si erano intraviste le capacità di questo emcee classe 1982. Da segnalare in “Non Fermare” gli ottimi feat. di EnricoPower e Libo (The Lickerz). Le tracce si lasciano ascoltare e scorrono via piacevolmente, offrendo all’ascoltatore spunti su cui riflettere. Una prova ne è la  n° 5 “Bravo” (con scratches di Dj Double S) dove Pula va diretto contro una parte della scena da lui ritenuta troppo ipocrita, una vera e propria denuncia ma non un dissing a sua detta, bensì una constatazione reale: “io dico il vero, cazzo, è quello che tu chiami dissing”. E’ il momento di “Chiudi gli Occhi” dove troviamo forse la collaborazione più riuscita, quella di Maschi Bianchi, Dj Trick & Dj Docktrashz fino ad arrivare alla n° 11 “Cosa vuoi da me” che molti di voi avranno già sentito poiché inclusa nel mixtape di Bassi Mestro “Monkey bizniz 3“. Da menzionare la traccia n° 12  “Se non posso toccarti almeno ti penso” (Featuring  EnricoPower e Psiko Killa) un pezzo dal testo molto intenso e sentito, e dal beat malinconico, il cui risultato sfocia in una canzone dalla forte atmosfera, che si discosta da tutte le altre tracce, personalmente una delle mie preferite.
Pula non fa annoiare l’ascoltatore, rime quasi mai banali e un album che nel complesso segue un filo conduttore ben preciso. Azzeccate le produzioni firmate da Deal The Dihlyo e Mastafive (tra le altre “Questioni personali” altro pezzo molto ben riuscito dove fornisce un ottima prova Biggagia2). Sicuramente un opera prima molto meritevole e per certi versi sorprendente per questo ragazzo che ovviamente può ancora crescere ma che sicuramente ha intrapreso già la strada giusta per farsi apprezzare.

Me$$ia