Image
Etichetta: Vibrarecords
Distribuzione: Self
Anno: 2007

Mr Phil al suo secondo album da solista “Guerra fra poveri” si rivela ancora una volta uno dei più grandi produttori a livello nazionale.
Il disco, composto da quindici pezzi mescola artisti di alto calibro come i Colle der Fomento, Bassi, Amir, Co’sang, Lord Bean ed altri a diversi emergenti come Ghemon Scienz, Gente de Borgata, Santo Trafficante per citarne alcuni. I primi si confermano a livello del loro nome, i secondi ad ogni modo non sfigurano.
Assolutamente di spicco la presenza di Danno e di Ghemon Scienz che donano un peso totalmente diverso all’intero cd. Il Danno sembra essere davvero in uno stato di grazia in entrambe le sue strofe, Ghemon non fa altro che confermare per l’ennesima volta di essere un astro nascente dell’underground italiano.
La bravura di Phil si fa evidente quando ci si rende conto che, per interpreti con così diverse caratteristiche, riesce a creare basi che sembrano cucite addosso all’artista stesso. Ed è proprio per questo motivo che i beat non perdono mai d’incisività. Purtroppo non si può dire altrettanto per tutti i rapper, infatti lungo l’album si finisce per perdersi in voci che sfiorano l’anonimato e la monotonia. Sicuramente un miglior mix delle canzoni non farebbe in modo che dopo la prima metà delle tracce le altre siano spesso saltate per cercarne solo alcune nella seconda parte del disco.
Da far notare la presenza del Bonus Video, un’ottima creazione che associa in maniera particolare la traccia “Niente può fermarmi” a “Piombo e fango”.
In definitiva purtroppo non sempre ad ottime basi sono state accostate ottime prove al microfono, davvero un peccato vista la qualità delle prime. Un cd davvero meritevole ma solo a tratti.   

Sen