Image
Etichetta: Vibrarecords
Distribuzione: Self
Anno: 2006

“Cookies & Milk” è l’ultimo lavoro di Maxi B e Michel, rispettivamente rapper e produttore musicale svizzeri, per la precisione di Lugano, attivi già da parecchio e con un nome noto anche (e, forse, soprattutto) nella penisola italiana.
Questo album è composto da 16 tracce (comprensive di 3 interludi) che dimostrano l’estrema versatilità dei due artisti.
Le atmosfere toccate sono molto varie, come gli argomenti trattati. Si spazia da pezzi più “conscious” e riflessivi a pezzi più leggeri e da intrattenimento. Il disco è interamente prodotto da Michel che accompagna anche Maxi B al microfono in alcune occasioni.
Inoltre troviamo anche l’intervento di alcuni ospiti “illustri” come Guè Pequeno dei Club Dogo, Supa in “Grand Prix” e Amir in “Incubo”.
Purtroppo questi nomi non mantengono le aspettative e non vanno ad aggiungere nulla ad un album che avrebbe guadagnato gli stessi punti anche senza le loro comparse.
Il disco non è tutto allo stesso livello, tocca dei picchi elevati d’intensità e di spessore artistico in pezzi come “Dov’è Dio” e “Storia di Luca”, tracce che anche prese singolarmente varrebbero l’acquisto del prodotto.
La prima propone una riflessione molto intelligente sulla religione, sulla figura di Dio e sull’effetto che hanno questi concetti sulla popolazione. La seconda invece è una ottima prova di storytellin’, con una critica di sottofondo alla superficialità della società attuale.
Il beat di quest’ultima va segnalato come uno tra i migliori di tutto il Cd.
Il tema principale di tutto il lavoro è l’amore per la musica e Maxi B ce lo spiega bene nella seconda traccia intitolata “Nel Cuore”.
Altra canzone di notevole impatto, sia musicale che lirico è “True Feeling”, con gli scratch di Dj Sice, altra prova di storytelling molto ben fatta e curata.
L’album si apre con “Corri”. Pezzo d’impatto, con un bel contenuto di critica sociale, un ritornello travolgente molto adatto alle loro prestazioni live.
“Grand Prix” e “Cha cazzo fai” sono classiche tracce hip hop che però non lasciano il segno, e dimostrano che Maxi B e Michel danno il loro meglio in altre situazioni più intense e dal contenuto più concreto.
Troviamo anche una nuova versione di Lugano, pezzo che conosciamo dalla compilation “StreetFlava 3rd Avenue”. Questo remix riuscito rinfresca il pezzo, gli dona un’aria più notturna e più “up” rispetto alla precedente.
Sono poche le note negative di questo lavoro e la traccia “Pussykillers” purtroppo è una di quelle. Innanzitutto la strumentale con lo stesso campione di “Welcome 2 jamrock” di Damian Marley rimanda direttamente a quel pezzo già noto prima dell’uscita di “Cookies & Milk” e purtroppo il confronto non regge con il capolavoro del cantante Jamaicano. Maxi B, nonostante tenga molto bene metricamente il beat, l’argomento è eccessivamente leggero e il ritornello va a peggiorare la situazione. 
“Incubo” è una traccia piacevole, dal sapore molto classico e underground.
Anche la traccia “Rimbalza” non va ad aggiungere spessore all’album, è comunque più piacevole e fresca della situazione precedentemente segnalata. Michel al microfono è preciso anche se in qualità di rapper si sente notevolmente la differenza di esperienza e di interpretazione con Maxi B che è sempre impeccabile.
“Topi da topic” affronta l’ormai più che affrontato tema delle board e dell’hip hop su internet. Questo pezzo va un po’ a rimarcare il concetto già espresso dal rapper svizzero in “Ho un’idea” con Kaso nel disco “Oro Giallo”. Questa canzone non apporta nulla di nuovo all’argomento, e’ comunque sempre piacevole sapere cosa ne pensano a riguardo i personaggi chiamati in causa.
Il disco si conclude con “GoodBye” una traccia dalla semplicità disarmante, ed è proprio questo il pregio di questo pezzo di chiusura che è davvero molto intenso e che riporta un po’ a quella genuinità del rap sia italiano che d’oltreoceano dei primi anni novanta che aveva la magica qualità di emozionare.
Se tutto l’album fosse stato a livello con le tracce migliori sarebbe potuto essere definito tranquillamente una delle migliori prove del rap italiano recente. In ogni caso “Cookies & Milk” è un bel disco.
E’ fondamentale sottolineare che è un prodotto intelligente e genuino, fatto da gente intelligente e genuina per un pubblico altrettanto intelligente e genuino.
L’acquisto è assolutamente consigliato per chi vuole, in questi tempi di frivolezze e storie di plastica da film costruite appositamente per il mercato discografico, un po’ di spontaneità e sentimento nella musica.

Marco C.